QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 22°23° 
Domani 23°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 24 agosto 2019

Cronaca martedì 04 luglio 2017 ore 08:00

"A Pisa si può fare tutto ciò che si vuole"

Durissima presa di posizione del comitato Santa Maria dopo la vicenda dell'uomo nudo che ha ballato in piazza delle Vettovaglie



PISA — “A Pisa si può fare tutto quello che si vuole, è il motto che ispira la movida che si svolge da anni pressoché indisturbata nel centro cittadino", dice il comitato di cittadini sorto da tempo nella zona.

"Fedele a questo principio, nella notte tra mercoledì e giovedì scorso, un uomo, presunto turista straniero, si è denudato completamente tra i tavoli affollati di giovani in Piazza delle Vettovaglie, mettendosi a ballare.

La notizia è apparsa con un video sui social e si è rapidamente diffusa, ripresa ampiamente dalla comunicazione online e dalla stampa locale.

Si tratta dell’ennesimo esempio degli eccessi e delle illegalità che si compiono sistematicamente nella nostra città a partire dal centro, senza escludere la periferia, che non vengono quasi mai perseguiti.

Da anni il Comitato dei residenti del Quartiere di S.Maria denuncia che le piazze e le strade di Pisa, per effetto della movida, sono “fuorilegge”. E’ lungo l’elenco dei reati penali che vengono individualmente commessi: Art. 639 Deturpamento e imbrattamento di cose altrui; Art. 659 Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone; Art. 660 Molestia o disturbo alle persone; Art. 674 Getto pericoloso di cose; art. 675 Collocamento pericoloso di cose; Art. 688 Ubriachezza; Art. 690 Determinazione in altri dello stato di ubriachezza; Art. 691 Somministrazione di bevande alcooliche a persona in stato di manifesta ubriachezza; Art. 733 Danneggiamento al patrimonio archeologico, storico o artistico nazionale etc., senza dimenticare la normativa speciale in tema di inquinamento acustico e di detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio.

Completano la lista risse e aggressioni violente oltre ad illeciti amministrativi di vario genere. A ciò si aggiunga il mancato rinnovo del Protocollo sulla movida e del Patto per Pisa sicura, le cui previsioni, alcune effettivamente dettate a tutela dei cittadini, e con il coinvolgimento degli esercenti dei servizi pubblici, consentirebbero controlli più efficaci, sanzioni, servizi di vigilanza privata etc.

Il Comitato di S.Maria ritiene che l’episodio del turista nudo rientri nella fattispecie prevista dall’art. 726 del codice penale: «Chiunque, in un luogo pubblico o aperto o esposto al pubblico, compie atti contrari alla pubblica decenza e' soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria da euro 5.000 a euro 10.000», depenalizzato nel 2016, di competenza del Prefetto.

L’atto compiuto, infatti, ha leso le regole etico sociali attinenti al normale riserbo ed alla elementare costumatezza, producendo disgusto, disagio, fastidio e riprovazione nello specifico contesto in cui si è svolto.

Considerato che siamo in presenza di un video pubblicato e che nella zona delle Vettovaglie esistono le telecamere fatte installare nell’ambito del “Patto Pisa Sicura” stipulato con l’aiuto economico del Ministero degli interni, e quindi sono sotto il controllo degli organi di polizia, il Comitato chiede che vengano esperite, su queste basi, le indagini per identificare l’individuo autore del gesto “scostumato” al fine di procedere d’ufficio e di applicare nei suoi confronti quanto previsto dalla legge".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Spettacoli

Attualità

Politica