QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 18°30° 
Domani 21°34° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 29 agosto 2016

Attualità venerdì 22 gennaio 2016 ore 17:00

"Una nuova chance per la città"

"L'abbattimento della mostra segnerebbe uno spartiacque", afferma il sindaco di Cascina confermando le notizie uscite in queste ore

CASCINA — Alessio Antonelli, sindaco di Cascina, ha postato sul proprio profilo Facebook alcune considerazioni relative al futuro della ex mostra del mobilio, immobile di proprietà privata lungo la Tosco Romagnola a ridosso del centro storico di Cascina, oggetto negli ultimi giorni di numerosi articoli sugli organi di informazione locale.

«Qualche mese fa, abbiamo approvato una variante al regolamento urbanistico in cui diamo nuove funzioni alle parti “morte” di questa città -si legge nel post delle ore 19 di giovedì 21 gennaio 2016- e la mostra del mobilio ne è l’esempio principale. Se la notizia dell’acquisto sarà confermata, significa che le nuove norme stanno funzionando e che questa città sta uscendo, finalmente, dall’immobilismo. L’abbattimento della mostra segnerebbe uno spartiacque. La politica deve farla finita di far dibattiti infiniti. E’ arrivato il momento di agire: il nostro compito è quello di creare nuove chance per rianimare la città. Sta poi agli investitori e ai privati saper cogliere occasioni e opportunità. L’immobilismo è tipico di un vecchio modo di fare e di pensare".

«Non dimentichiamoci che se la notizia sarà confermata -prosegue Antonelli nel suo post- la prima cosa che l’investitore dovrà fare sarà la messa in sicurezza idraulica di una zona, tra cui via Pascoli, messa più volte in ginocchio dalle bombe d’acqua. Ci sono precisi vincoli e restrizioni, a partire dall’abbattimento del colosso mostruoso fino alla realizzazione di un nuovo immobile di volume nettamente inferiore all’esistente, nuovi parcheggi, aree pubbliche ed un’area a verde. Senza dimenticare, poi, che se l’indiscrezione fosse confermata, un investimento del genere significherebbe almeno una ventina di nuovi posti di lavoro. E’ inutile continuare ad aspettare».

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità