QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 17°28° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 25 agosto 2019

Lavoro venerdì 13 giugno 2014 ore 15:35

Qualità e filiera corta, garantisce l'Allevatore amico

Nei mercati di Coldiretti arriva l'Allevatore amico. A disposizione dei consumatori per garantire i prodotti



PISA — Per dare più sicurezza di acquistare prodotti del territorio tracciati, certificati e garanti, arriva nei mercati della rete Campagna amica di Coldiretti la figura dell’ Allevatore amico, che si occupa di garantire la qualità dei prodotti alimentari, incentivando la filiera corta e il chilometro zero.

Tra questi Diego Stiaccini, con la sua azienda in zona Ospedaletto e l’ azienda agricola Mecherini di Bibbona, che propongono ai loro clienti pacchi in formato famiglia, bistecche fiorentine e tagli di carne tracciati, con la garanzia di metodi di allevamento e alimentazione sani e sicuri.

Dall’inizio dello scandalo delle carni bovine, i sequestri dei prodotti alimentari sono aumentati del 119 per cento: “Il maxi-sequestro di carne adulterata con marchi contraffatti e certificati falsi di razza pregiata, che ha portato a 78 perquisizioni dei Nas in 12 regioni e 22 province di tutta Italia, tra cui anche alcune province toscane, rischia di provocare – teme Coldiretti - un effetto boomerang tra i consumatori sempre più preoccupati dei cibi contraffati che finiscono, a loro insaputa, sulle tavole”.

I prodotti alimentari più colpiti dalla contraffazione, e quindi dal sequestro, sarebbero, sempre secondo Coldiretti, farine, pane e pasta (16 per cento del totale sequestrato). Seguono la carne e i prodotti d’allevamento con l’11 per cento, il latte e i derivati con l’8 per cento, per finire con i vini e gli alcolici, che compongono il 5 per cento degli alimenti sequestrati. Ma, nelle scorse settimane nella provincia di Pisa i sequestri di prodotti irregolari hanno interessato anche una partita di concimi.

"Questi eventi –spiega Aniello Ascolese, direttore provinciale Coldiretti- spingono il consumatore a cercare delle alternative. Una di queste è Campagna amica, il progetto per una filiera corta tutta italiana che taglia le intermediazioni, da valore ai prodotti e dialoga con il consumatore, creando allo stesso tempo le condizioni per un rapporto trasparente e fiduciario tra i due anelli principali della filiera. Le aziende che aderiscono alla nostra rete –assicura Ascolese- firmano un regolamento. Chi viene meno alle regole e non rispetta il codice etico viene espulso, deve pagare una multa salatissime e subire la costituzione di parte civile della stessa organizzazione”. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca