QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 13° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 19 marzo 2019

Lavoro venerdì 14 febbraio 2014 ore 17:46

Ctt Nord: "Si tagli dalle testa, non dalle ruote"

Cgil pronta allo sciopero dei trasporti di lunedì, ma pensando al futuro e all'incontro in Regione per definire l'accordo sindacale



PISA — "Auto blu, dirigenti ed esclusi della politica riciclati in altri ruoli". Secondo il segretario generale della Filt-Cgil di Pisa Goffredo Carrara sono questi gli sprechi sui quali Ctt Nord dovrebbe lavorare. Almeno dovrebbe iniziare da qui. "Deve essere questo il punto di partenza – ha detto – se si vuole incidere davvero sugli sprechi. I dati ci parlano continuamente di aziende che hanno solo tagliato sui lavoratori e poi sono uscite per prime dal mercato".

Perché, lo precisa bene il segretario generale della Filt-Cgil Toscana Gianfranco Conti, "dalla qualità della vita dei lavoratori dipende la qualità del servizio. Specie se si vuole andare a tagliare proprio sulle ruote, sugli autisti". Non sono solo i rapporti tesi tra azienda e dipendenti a peggiorare la qualità della vita: la Filt, quasi a prendere le distanze da ciò che è accaduto in questi giorni, ribadisce la sua disponibilità a trattare e invita alla calma, per non alimentare iniziative personali. Ma non può fare a meno di dire che "ora basta. D'ora in avanti, solo con strumenti legittimi, ma non tollereremo oltre episodi come quelli che riscontriamo ogni giorno". Parla di intimidazioni e minacce ai lavoratori, il segretario e parla anche di tentativi di dividere il sindacato. "I compagni impegnati nella trattativa – precisa – hanno il nostro sostegno totale e compatto. Non vogliamo tollerare oltre comportamenti e atteggiamenti che non fanno parte della storia del movimento sindacale né del movimento stesso".

Eccole, allora, le armi lecite nelle mani delle parti sociali: per lunedì 17 febbraio è indetto uno sciopero di 24 ore, prima che martedì l'azienda presenti il suo piano. Giovedì 20 l'incontro in Regione per verificare i termini dell'accordo sindacale, anche in prospettiva del bando per l'affidamento del trasporto pubblico ma senza dimenticare che il 10 marzo, anche ai lavoratori dell'ex Clap di Lucca scatta la disdetta dell'integrazione (circa 250 euro al mese in meno in busta) "in maniera del tutto illegittima – secondo Cgil – visto che non sono trascorsi i 90 giorni previsti".  



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità