QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 14°16° 
Domani 14°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 19 maggio 2019

Attualità sabato 22 novembre 2014 ore 08:00

Google glass in medicina, Aoup in prima linea

Due medici pisani dell'Unità operativa di Chirurgia epatica hanno fatto il primo prelievo di fegato al mondo usando questa tecnologia



PISA — Emanuele Balzano e Davide Ghinolfi dell'Unità operativa di Chirurgia epatica e del trapianto di fegato dell'azienda ospedaliero-universitaria pisana diretta da Franco Filipponi hanno effettuato all'ospedale Careggi di Firenze, il primo prelievo di fegato al mondo utilizzando i Google Glass.

Il progetto "Google Glass a supporto della sicurezza e della qualità dei prelievi d'organo" è una vera e propria novità all'interno del mondo trapiantologico. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con l' organizzazione Toscana trapianti e Aido Toscana (Associazione italiana donatori d'organo e tessuti).

"Le nuove tecnologie sono di grande aiuto alla sanità, perché consentono di curare sempre meglio i nostri pazienti - commenta l'assessore regionale al diritto alla salute Luigi Marroni -. La sanità toscana si confronta con queste nuove tecnologie e ne valuta l'efficacia. Mi congratulo con i professionisti che hanno realizzato il prelievo, e mi auguro che l'utilizzo di questa nuova tecnologia, che per ora è stata testata da Careggi e Aoup, possa diffondersi presto in altre realtà della Toscana".

"Le nuove tecnologie - dice Franco Filipponi - aumentano la sicurezza e la qualità della procedure chirurgiche, tra cui i prelievi d'organo ed i trapianti. Tra queste sicuramente un ruolo fondamentale è rivestito dalla realtà aumentata e dai Google Glass".

I Google Glass sono device che si possono indossare, e che permettono di eseguire una serie di operazioni come scattare foto e fare video, navigare su internet, telefonare e mandare email. Il tutto può essere eseguito con comando vocale, permettendo quindi al chirurgo di avere le mani libere, senza mai toglierle dal campo operatorio sterile. 

Nel corso della procedura immagini registrate con i Google Glass e riguardanti la valutazione macroscopica del fegato sono state inviate da Firenze in tempo reale al coordinatore locale per i trapianti di fegato a Pisa. Con questa tecnica, i medici hanno osservato una diminuzione del tempo di valutazione dell'organo e una minore probabilità che insorga in questo uno stato di ischemia. Inoltre le fasi salienti della procedura sono state registrate ottenendo un video didattico per chirurghi in formazione per prelievi d'organo. La novità sta nel riuscire ad ottenere immagini dalla stessa visuale dell'operatore ad altissima qualità e facilmente condivisibili. Dal punto di vista didattico, i Google Glass permetteranno ai chirurghi in formazione non solo di osservare, ma di apprendere la tecnica chirurgica come se fossero loro stessi al tavolo operatorio.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Spettacoli