QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 11°14° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 26 marzo 2019

Cronaca lunedì 12 maggio 2014 ore 13:30

Aeroporto, discussione in consiglio provinciale

Forza Italia propone un emendamento che non passa e allora vota il testo originale



PISA — Il consiglio provinciale ha votato all’unanimità la mozione per la qualificazione e lo sviluppo degli aeroporti di Pisa e Firenze approvato all’unanimità nei giorni scorsi anche dal consiglio comunale di Pisa.

Rigettato l’emendamento al testo proposto da Forza Italia volto a "non chiudere le porte a future Offerte pubbliche d’acquisto positive diverse da quella avanzata da Corporacion America a e consentire un’eventuale e favorevole scelta di privatizzazione dei due scali aeroportuali così da realizzare le condizioni societarie per una concreta, efficace ed effettiva politica di integrazione”.

Presenti al dibattito il presidente di Sat Costantino Cavallaro e l’amministratore delegato Gina Giani.

“Ci siamo trovati di fronte a una bufera probabilmente organizzata – ha detto Cavallaro -. Abbiamo subito una sorta di aggressione che può seriamente danneggiare la struttura del Galilei. Ci troviamo di fronte a un’Opa non amichevole; un’offerta irrilevante se paragonata al valore della società e che dovrebbe invece orientarsi tra i 17 e i 18 euro per azione. Come può pensare una società di vendere le proprie azioni a sottocosto?”

A commentare il testo sottoposto al dibattito, il presidente della Provincia Andrea Pieroni: “il Galilei costituisce un tassello fondamentale dell’economia nazionale e il primo motore della Regione. Per questo motivo la Provincia ha deciso di attivare un percorso di integrazione dello scalo pisano all’interno del sistema aeroportuale toscano. Al di fuori di ogni logica campanilistica, condividiamo la creazione di un polo aeroportuale toscano che veda Firenze come fonte di collegamento con le grandi capitali europee e Pisa come aeroporto internazionale con una forte presenza di voli low-cost”.

A intervenire sull’ipotesi della creazione di una pista d’atterraggio di 2.400 metri per lo scalo fiorentino, Paola Tacchi, consigliere provinciale per il Partito democratico: “Una scelta infondata che avrebbe un forte impatto ambientale, senza contare che è impensabile usare i soldi pubblici a favore di una società privata. Per questo il Consiglio provinciale è fortemente unanime nel sostenere le posizioni del presidente Andrea Pieroni e del sindaco di Pisa Marco Filippeschi”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Cronaca

Lavoro