QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 13°15° 
Domani 13°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 19 maggio 2019

Attualità lunedì 18 agosto 2014 ore 07:05

Impianti sportivi comunali, nuove tariffe

Entreranno in vigore dal primo settembre. Gli introiti in più andranno ai gestori



PISA — Nuove tariffe per accedere alle strutture comunali di San Giuliano Terme. Saranno in vigore dal primo settembre, come stabilito dalla delibera con la quale la giunta ha approvato le variazioni elaborate dall’Ufficio Sport, anche sulla scorta delle proposte e delle osservazioni pervenute dai gestori in occasione dei tavoli di confronto attivati dall’amministrazione comunale.

Le tariffe saranno aggiornate ogni anno in relazione all’aumento del costo della vita accertato dall’Istat. "Le modifiche tariffarie introdotte - precisa la delibera - non comporteranno effetti per il Bilancio comunale in quanto saranno incamerate dai gestori degli impianti a titolo di esclusivo ristoro di tutta l’attività gestionale, con l’eccezione di quelle previste per le palestre scolastiche riscosse direttamente dall’Ente e che non hanno subito modifiche rispetto a quelle sin qui in vigore". 

Le variazioni più importanti riguardano palestre polivalenti e scolastiche, come mostra la tabella in allegato. 

Piscina comunale. Le variazioni sono l'introduzione di un limite massimo della durata degli abbonamenti e una limitazione: l'ingresso è gratuito per chi ha un handicap superiore al 33 per cento. 

Per i campi da calcio, le variazioni interessano il solo campo di calcio di Campo: aumentano le quote relative alle attività in notturna. Restano invariate quelle previste per il campo di calcio di San Giuliano Terme e per il campo di calcio di Arena Metato. L’introduzione di una differenziazione tra i due campi minori di Arena Metato e Campo, sin qui gestiti con tariffe identiche, trae origine dal fatto che le utenze del campo di Arena Metato sono a carico del Comune, mentre quelle di Campo sono a totale carico del gestore.

La necessità di nuove tariffe deriva dal fatto che, finora, l’equilibrio economico delle gestioni da parte delle società sportive affidatarie era di fatto assicurato dal Comune, "che interveniva - spiega l'ufficio Sport - non solo con consistenti contributi a pareggio, ma provvedeva a eseguire la quasi totalità delle manutenzioni ordinarie e la totalità delle manutenzioni straordinarie. È evidente che un simile impianto tariffario non appare più idoneo a supportare un sistema che vede i gestori chiamati a coprire la totalità o la gran parte delle spese di funzionamento degli impianti esclusivamente attraverso le quote corrisposte dagli utenti". 

Tra il 2011 e il 2013, la spesa complessivamente sostenuta per la gestione degli impianti è passata da 403.095 euro (anno 2011) a 83.932 (anno 2013), con una diminuzione complessiva di 319.163 euro. In relazione alle modalità previste in caso di concessione (proventi incassati dal gestore) nello stesso periodo le entrate variano da 218.500 (anno 2011) a 23.408 (anno 2013). 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Attualità

Cronaca