QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 11°14° 
Domani 14°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 21 maggio 2019

Attualità domenica 08 febbraio 2015 ore 10:20

"La Grecia è cambiata, ora cambiamo l'Europa"

Corti (Prc): " Tsipras ha messo in atto un percorso di unificazione e di rilancio politico ed economico che vogliamo riproporre a livello nazionale"



PISA — "La Bce ha sospeso il piano concesso finora alle banche greche per prendere in prestito denaro, una mossa che è null'altro che un criminale ricatto nei confronti del governo e del popolo greco". Questa la motivazione che ha portato, nel pomeriggio di ieri, il comitato Tsipras di Pisa a presidiare gli uffici di Bankitalia in piazza dei Grilletti. Presenti anche alcuni rappresentanti del movimento Una città in comune e del Partito di rifondazione comunista, tra cui il segretario provinciale Andrea Corti.

"Un assedio pacifico contro la Bce e politiche di austerità". Perché secondo i promotori del presidio nel mirino non ci sarebbe solo la Grecia: "La questione riguarda tutti coloro che oggi vedono la Grecia come un esempio da seguire, a tutti i popoli che non vogliono piegare la testa al pensiero unico del profitto degli speculatori e alle politiche d'austerità".

"L'Unione Europea si nasconde dietro regome costituite in modo anti democratico -commenta la rappresentante del gruppo di contatto regionale per il comitato Tsipras Tiziana Nadalutti- Regole a sostegno dell'economia e della finanza, ma che dimenticano il cittadino. Per questo stiamo attivando una collaborazione tra i comitati toscani e greci, ma anche con associazioni e partiti, per condividere un percorso democratico di discussione che riporti il popolo al centro del dibattito politico, per il quale abbiamo anche lanciato un appello per le regionali".

"L'azione di Tsipras - è spiegato in una nota - e la sua intenzione di ricontrattare il debito ha dato speranza a tutti i Paesi europei colpiti agli stessi disastri, ma ha anche provocato l'ira dei poteri forti europei che hanno cominciato a rispondere violentemente". 

"Per questo -commenta Corti- siamo solidali con il governo greco. Tsipras ha messo in atto un percorso di unificazione e di rilancio politico ed economico, che vogliamo riproporre a livello nazionale. Serve una rottura con il passato, un'inversione di tendenza politica che guardi finalmente al cittadino e non al capitalismo finanziario"

L'ondata di mobilitazione indetta dal comitato Tsipras proseguirà l'11 e il 14 febbraio, rispettivamente a Pisa e a Roma. Per la seconda data, in occasione della manifestazione nazionale, il comitato Tsipras pisano organizzerà un pullman per raggiungere la capitale



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

Attualità

Cronaca