QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 13° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 18 marzo 2019

Cronaca lunedì 10 febbraio 2014 ore 17:12

Pisa, si teme una nuova piena dell'Arno

Pioverà ancora fino a mercoledì, domani potrebbe nevicare intorno ai 1200 metri. Operativo il Centro Coordinamento Soccorsi



PISA — L'allerta meteo diramata ieri e che continuerà fino a mercoledì "non deriva dalla quantità di precipitazioni che sta cadendo – precisa Gabrielli prima di partire per i sopralluoghi sui territori alluvionati -. Ma dipende dal fatto che tutta questa acqua cadrà per ore su territori già feriti". Mette le mani avanti, il prefetto e precisa: "Poi non si dica che siamo stati esagerati".

Perché è sempre meglio prevenire. Tanto che il Centro Coordinamento Soccorsi è in contatto e il monitoraggio è ovunque costante fino alla fine dell'allerta. Tra la notte e la mattinata di domani, infatti, si teme una nuova piena e, anche se il vicesindaco di Pisa Ghezzi ha precisato che "un'allerta come quella della volta scorsa non deve per forza risolversi allo stesso modo", non è escluso che alla fine si decida di chiudere le scuole. 

Il livello dei fiumi, per ora, non preoccupa. Pensiero, invece, lo creano le strade, le frane, gli smottamenti e gli argini. Oltre alla paura di chi non ha ancora finito di togliere le tracce di fango dalle sue cose.

Continua a piovere, dicono le previsioni meteo. Lo farà fino a mercoledì, potrebbe farlo anche giovedì e venerdì. Domani potrebbe persino nevicare intorno ai 1200 metri: il problema alluvione sarebbe rimandato allo scioglimento.

Intanto il livello dell'Arno a Pisa per ora è stabile (intorno ai 2 metri), in salita a monte (a Ponte a Signa arrivato a 2,85 metri alle 16). Ma sotto il livello di guardia stabilito a 4 metri. Era salito la notte scorsa per effetto dello svuotamento della diga di Levane a Montevarchi.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità