QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 10° 
Domani 12°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 23 ottobre 2018

Attualità giovedì 17 maggio 2018 ore 15:46

L'artista Pistoletto chiede 50 sedie ai pisani

L'appello al fine di ralizzare un'istallazione nella Chiesa della Spina. Le sedie saranno restituite una volta terminata l'esposizione



PISA — Dal 27 maggio al 31 agosto 2018, si terrà nella Chiesa di Santa Maria della Spina di Pisa la mostra di Michelangelo Pistoletto Il Tempo del Giudizio. Curata da Ludovico Pratesi, avrà eccezionalmente un’appendice nella monumentale Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti, sede del Comune di Pisa.

Nella Chiesa della Spina, Pistoletto realizzerà un’opera per la città di Pisa: un’installazione composta da circa 50 sedie che andranno a formare il simbolo del Terzo Paradiso, sua ultima fase creativa. L’artista intende coinvolgere i cittadini nell’installazione, invitandoli a portare una sedia a cui si è particolarmente affezionati e prestarla per la durata della mostra. Sarà possibile portarla direttamente alla Chiesa della Spina martedì 22 e mercoledì 23 maggio, dalle 15 alle 19, nell’orario di apertura della chiesa.

Promossa dal Comune di Pisa in collaborazione con l’Università degli Studi di Pisa e l’Associazione SpazioTempo di Michela Rizzo, con il supporto di con il supporto di Galleria Continua, San Gimignano, Beijing, Les Moulins, Habana e di Atlante Servizi Culturali, l’esposizione è la quinta di una serie di interventi site specific di artisti nazionali e internazionali realizzati all’interno della chiesa affacciata sui Lungarni pisani.

Michelangelo Pistoletto biellese classe 1933, è considerato uno dei massimi artisti italiani viventi, autore dei Quadri specchianti e Oggetti in meno, considerati basilari per la nascita dell’Arte Povera. Nel 2003 è stato insignito del Leone d’Oro alla Carriera alla Biennale di Venezia.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

Attualità

Attualità