QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 17°23° 
Domani 17°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 25 maggio 2019

Politica mercoledì 13 maggio 2015 ore 15:16

Mazzeo: "Il 20% della mia indennità alle start up"

"Per i 5 anni della legislatura daremo un contributo concreto per finanziare l'avvio di una nuove iniziative imprenditoriali sul territorio pisano"



PISA — "Se sarò eletto destinerò il 20 per cento della mia indennità da consigliere regionale alla costituzione di un fondo per le start up".

E' questa la proposta che Antonio Mazzeo, capolista PD nel collegio di Pisa, lancia sul tema dell'innovazione e del lavoro insieme ad alcune realtà operanti nel Polo Tecnologico di Navacchio. Un progetto che ha lo scopo di aiutare i futuri giovani imprenditori ad investire nella provincia di Pisa.

"Ogni anno per i 5 anni della legislatura -aggiunge Mazzeo- daremo un contributo concreto per finanziare l'avvio di nuove iniziative imprenditoriali sul territorio pisano".


"Creare le condizioni perché questo territorio possa diventare una grande culla dell'innovazione e delle start up è una delle priorità del mio programma - spiega Mazzeo - Per questo, al di là delle parole, dobbiamo iniziare a fare qualcosa di concreto. La mia volontà è quella di creare un fondo in grado di poter supportare i progetti che di anno in anno, attraverso una valutazione da fare insieme ad advisor qualificati, riterremo più meritevoli. Un percorso sul quale cercherò di coinvolgere anche altri colleghi in consiglio regionale per dare vita a una grande scommessa sull’innovazione”.

A questo si aggiungerà poi “la possibilità di associare a questa iniziativa proposte più strutturate ed istituzionali che consentano alla Regione Toscana di utilizzare risorse per realizzare co-investimenti su startup ad alto valore tecnologico e a elevato potenziale di crescita promossi da soggetti privati così da stimolare la moltiplicazione di iniziative di successo”.

Mazzeo spiega anche di voler puntare alla costituzione di un unico Polo Tecnologico di Area Vasta "partendo dalla integrazione delle esperienze pisane e dalle eccellenze che operano su questo territorio". 

"Dobbiamo superare la frammentazione - prosegue - perché avere tre poli nel giro di pochi chilometri non ha senso. Abbiamo le competenze per poter fare in modo che Pisa sia davvero all'avanguardia nel settore dell'innovazione e che da questo territorio nascano idee da far fruttare non solo a livello locale ma anche a livello regionale. Per farlo dobbiamo però mettere in rete le strutture esistenti e farle lavorare come un unico soggetto che per dimensioni e competenze possa competere sul mercato europeo".

Un percorso su cui anche la Regione potrebbe essere protagonista "valutando - spiega Mazzeo - la possibilità di avere un ruolo più strutturato, per esempio attraverso una partecipazione societaria diretta, proprio in quei Poli Tecnologici che decideranno di aggregarsi e di aspirare ad un ruolo di leadership nell’ecosistema nazionale dell'innovazione”.

Occupazione e lavoro tra i capisaldi del programma elettorale: "Penso che proprio i Poli Tecnologici siano luoghi adatti ad ospitare anche sul nostro territorio delle Free Tax Zone - ha ribadito Mazzeo - vale a dire aree che prevedano un livello di tassazione agevolata proprio nei confronti di chi ci si reca lì a fare investimenti oltre a forti sgravi per chi decide di assumere. E' un modello che, combinato agli altri interventi, sono sicuro potrebbe davvero aiutare a rendere la nostra provincia decisamente più attrattiva”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cultura