QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 21°33° 
Domani 22°33° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 26 giugno 2019

Cronaca sabato 26 aprile 2014 ore 18:10

Mille Occhi sulla Città, collaborano le guardie giurate

Un protocollo punta alla sinergia tra pubblico e privato, per prevenire i reati e aumentare il senso di sicurezza tra le persone



PISA — Per prevenire quei reati che possono suscitare insicurezza nella popolazione, il Protocollo sviluppa un sistema di sicurezza sinergico tra le iniziative pubbliche e private, nella cornice della sussidiarietà e della complementarietà, valorizzando i compiti di osservazione delle guardie particolari giurate e garantendo moduli collaborativi tra gli Istituti di vigilanza privata, le Forze di Polizia e le Polizie Municipali.

Con la stipula del Protocollo d’Intesa Mille Occhi sulla Città, le guardie particolari giurate, pur non esercitando funzioni di pubblica sicurezza e di polizia giudiziaria, svolgeranno i compiti di osservazione e raccolta di elementi di interesse per le Forze di Polizia e le Polizie Municipali, nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti sulla privacy.

L’Accordo, che dà attuazione, a livello locale, al Protocollo sottoscritto dal Ministero dell’Interno, dall’Anci e dalle Associazioni rappresentative degli Istituti di vigilanza privata, prevede una valorizzazione dei compiti di osservazione mediante l’attivazione di un sistema operativo, omogeneo ed organico, di collaborazione informativa tra le Centrali Operative degli Istituti di vigilanza e quelle delle Forze dell’Ordine e delle Polizie Municipali, allo scopo di segnalare situazioni di interesse per l’ordine e la sicurezza pubblica, comprese quelle relative a fattori ambientali e di degrado che incidono sulla sicurezza urbana.

Le informazioni, riguardanti la commissione di reati, la sicurezza stradale e i servizi pubblici essenziali, verranno inoltrate alla Sala Operativa della Questura e alla Centrale del Comando Provinciale dei Carabinieri, mentre quelle relative alla sicurezza urbana e a particolari situazioni di carattere sociale saranno indirizzate alla Sala Operativa della Polizia Municipale, secondo procedure tecniche che saranno definite in sede di “Tavolo Tecnico” dal questore Gianfranco Bernabei.

Il Protocollo prevede, tra l’altro, una standardizzazione delle procedure e l’impiego delle tecnologie funzionali alla collaborazione informativa fra le Centrali Operative.

Il Piano attivato a Pisa, sottoscritto dal Sindaco Marco Filippeschi e dal Presidente dell’Unione Montana Alta Val di Cecina Carlo Giannoni, è aperto alla sottoscrizione dei Sindaci degli altri Comuni della Provincia ai fini di un’applicazione uniforme su tutto il territorio della provincia pisana.

“La firma del Protocollo di oggi – ha sottolineato il Prefetto Tagliente – rappresenta un passo decisivo per l’attuazione di un sistema di sicurezza partecipata, nella cornice della sussidiarietà e della complementarietà, che vede coinvolti gli Istituti di vigilanza privata in un rapporto di stretta collaborazione con le Forze dell’Ordine e la Polizia Locale”.

Il Protocollo è stato sottoscritto anche da Annamaria Gamberini del Corpo Vigili Giurati, Mariano Bizzarri del Corpo Guardie di Città, Domenico De Luca de Il Globo Vigilanza S.r.l., Claudio De Luca dell’IVRI S.p.A., Corrado Cellai di Securpol Group S.r.l., Rosario Golfieri di Securitas Metronotte S. Giorgio, Sebastiano Coffaro dell’Istituto Milano Axitea S.p.A., Giuliana Gamberini di Lince S.r.l. e Susanna Cosmi di Vesuvio S.r.l.

Alla presentazione del progetto hanno partecipato, tra gli altri, anche i rappresentanti di CTT Nord Paolo Vannozzi, Claudio Sbrana di Cotapi, nonché Toni Zurrida e Maurizio Di Prete per Contap, anche al fine di valutare possibili ulteriori contributi informativi per il monitoraggio del territorio.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Cronaca

Attualità