QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 25°31° 
Domani 24°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 19 agosto 2019

Cronaca sabato 25 gennaio 2014 ore 14:40

Disturbi dell'umore più frequente tra gli obesi. La scoperta all'università di Pisa

La ricerca ha dimostrato che c'è un legame specifico tra incremento di indice di massa corporea e disturbi dello spettro bipolare



PISA — La rivista internazionale Journal of Affective Disorder l'ha pubblicato. Ma lo studio è firmato da quattro ricercatori del dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell'università di Pisa.

La ricerca di Giulia Vannucchi, Cristina Toni, Icro Maremmani e Giulio Perugi dimostra che c'è un collegamento specifico fra l'obesità e i disturbi bipolari.

La ricerca è stata condotta su un campione nazionale composto da 571 soggetti seguiti in regime ambulatoriale per depressione e ha messo in evidenza come il bipolarismo sia più frequente fra gli obesi (31,4% rispetto al 19% dei non obesi) ma ha anche dimostrato che la presenza di bipolarità è correlata con il grado di obesità, visto che è molto più frequente nei pazienti largamente in sovrappeso rispetto agli altri.
"I nostri risultati - ha spiegato Perugi - hanno consentito di evidenziare non solo come la presenza di disturbi dell'umore sia associata a un incremento del rischio di obesità, ma soprattutto che c'è un legame specifico tra incremento di indice di massa corporea e i disturbi dello spettro bipolare". Per i ricercatori, quindi, uno screening sistematico per il rilievo di sintomi ipomaniacali e di comportamenti di abuso verso il cibo potrebbe avere un effetto preventivo sull'insorgenza di alcune forme di obesità, come si verifica per lo sviluppo di alcune forme di tossicodipendenza.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca