QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 12° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 20 marzo 2019

Attualità mercoledì 16 luglio 2014 ore 21:05

Peretola avrà la nuova pista, ma lunga 2mila metri

Tognocchi: "No al finanziamento pubblico", Ferrucci: "Toscana, terzo polo aeroportuale italiano"



FIRENZE — Peretola avrà la nuova pista, ma lunga 2mila metri. Il via libera del consiglio regionale è arrivato oggi, con 31 voti a favore, 6 contrari e 4 astenuti. Maggioranza trasversale, determinanti 6 voti dell'opposizione.

“Sì all'integrazione al Piano di indirizzo territoriale per la definizione del Parco agricolo della Piana e per la qualificazione dell'aeroporto di Firenze - ha detto il consigliere regionale Pd Paolo Tognocchi nel suo intervento in aula -, perché da un anno a questa parte, è rimasta l'unica cosa che non è cambiata, il vero punto di equilibrio utile a uno sviluppo integrato dei due scali aeroportuali di Pisa e Firenze. Oggi in barba a chi dice, come il viceministro Nencini, che la decisione del consiglio regionale non conta e che l’ultima parola spetta a Enac – continua Tognocchi –. Abbiamo messo un paletto importante prevedendo una pista di 2mila metri senza alcun tipo di finanziamento pubblico. Se Enac, ma in particolare il Governo nazionale, decidessero di farlo saltare se ne assumerebbero la piena responsabilità nei confronti della Toscana. È un atto questo di valenza non solo amministrativa, ma anche politico. Non ho condiviso la decisione del presidente Enrico Rossi di cedere le quote di Sat, ma ho avuto la solidarietà e il sostegno di pochi colleghi. Avrei preferito che si fosse andati avanti con quanto previsto dallo studio commissionato a Kpmg, ossia una holding a maggioranza pubblica e instaurare un rapporto paritario con il privato che consentisse almeno in una prima fase di garantire gli obiettivi di crescita armoniosa dei due scali differenziandone missioni e obiettivi”. 

Ma ormai, per Tognocchi, i giochi “…sono fatti e in un contesto purtroppo di annullamento della presenza pubblica nella governance dei due scali, gli enti locali dovranno andare a vedere il piano industriale e verificarne quindi il rispetto degli obiettivi stabiliti dalla programmazione regionale, per evitare la ricaduta negativa dell’operazione per lo sviluppo equilibrato della Toscana”.

Ma sul tema del Pit per la definizione del Parco agricolo della Piana e per la qualificazione dell'aeroporto di Firenze, c’è da registrare anche la presa di posizione di Ivan Ferrucci, capogruppo Pd in Regione Toscana.

Nel premettere che "non è in discussione la maggioranza complessiva del Consiglio regionale: la cosa più importante è che l’assemblea ha oggi licenziato un fondamentale provvedimento urbanistico per lo sviluppo della Toscana”, Ferrucci aggiunge: “Si tratta di un atto fondamentale che garantisce la modernizzazione infrastrutturale necessaria per un sistema aeroportuale toscano efficiente e all’avanguardia. In una fase economico sociale difficile come quella che stiamo attraversando nel Paese, solo in Toscana si sta affrontando il tema dello sviluppo aeroportuale, pensando a un potenziamento”.

Il quadro, a detta di Ivan Ferrucci, capogruppo Pd in Regione, è “cambiato da quando abbiamo adottato il piano lo scorso anno, per la prima volta i due scali si configurano integrati a livello regionale. Ed è proprio la presenza di un sistema integrato a far sì che quello toscano possa diventare il terzo polo aeroportuale italiano. La questione dell’inserimento dei privati non deve essere vista come un tabù ma un’opportunità per lo sviluppo. Se si punta a un sistema integrato devono esserci anche infrastrutture integrate, a Pisa come a Peretola, che non deve essere privata di quella modernizzazione infrastrutturale di cui ha bisogno e di cui si parla ormai da troppi anni. Questa è la dimostrazione che come nel passato anche oggi ogni scelta deve essere contestualizzata al momento e alla situazione che si sta vivendo”.

Enrico Rossi
Nicola Nascosti


Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Cronaca