comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 21°30° 
Domani 19°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 19 settembre 2020
corriere tv
Il virologo Crisanti: «A costo di tenere più gente a casa, con la febbre oltre 37 non si dovrebbe andare a scuola»

Cronaca giovedì 13 agosto 2020 ore 17:07

Positiva in discoteca, tamponi prenotati per 726

Le prenotazioni per l’effettuazione del tampone sono salite a 726. Intanto i contatti stretti della ragazza pisana sono risultati negativi



PISA — Le prenotazioni per l’effettuazione del tampone orofaringeo sui frequentatori della discoteca Seven Apples, dove, nella notte fra l'8 e il 9 Agosto, una ragazza di 18 anni pisana risultata positiva al Covid-19 ha trascorso alcune ore, sono salite a 726. "Perché tutto proceda in modo scorrevole, senza creare code, in queste ore il personale sta organizzando il lavoro e preparando le liste per i diversi territori", ha fatto sapere la Usl

Sempre in relazione al caso “Seven Apples”, la ASL comunica che gli 11 tamponi eseguiti sui contatti stretti, sono risultati negativi.

Intanto, la stessa azienda sanitaria, risponde alle parole del sindaco di Pisa:

“Il sindaco di Pisa, Michele Conti chiede alla ASL uno sforzo maggiore al dipartimento di prevenzione per monitorare che le misure di sicurezza siano rispettate nei locali frequentati da giovani. Non è ben chiaro perché il primo cittadino si rivolga all’Azienda Sanitaria, in particolare al dipartimento di prevenzione, visto che il controllo dell'attuazione delle misure di prevenzione previste dalla normativa sul Covid è, ai sensi dell'articolo 11, di competenza del Prefetto che si avvale delle Forze di Polizia”, dice la Usl Toscana nord ovest.

“Ricordiamo – continua la nota – che il dipartimento effettua controlli ispettivi per verificare che siano rispettate le misure di prevenzione esclusivamente in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro". 

“Per quanto riguarda l’attività svolta durante il periodo “Covid”, cioè dal 16 marzo, gli operatori sanitari hanno verificato i protocolli anticontagio delle maggiori attività produttive del nostro territorio rimaste aperte (banche, poste, grande distribuzione, pubbliche amministrazioni, aziende farmaceutiche e chimiche, i metalmeccaniche e quelle che avevano avuto la deroga da parte del Prefetto a continuare la propria attività per lavorazioni particolari".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Elezioni 2020

Elezioni 2020

Elezioni 2020

Elezioni 2020