QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 11° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 19 marzo 2019

Attualità venerdì 14 aprile 2017 ore 11:30

Sant'Ermete rinasce con nuove case popolari

Indetta da Apes la gara per la realizzazione del primo di due palazzi da 39 appartamenti che sorgeranno al posto dei vecchi edifici demoliti



PISA — Sant’Ermete: prosegue il progetto per le nuove case popolari. È stata indetta da Apes la gara per la realizzazione del primo dei due nuovi palazzi da 39 appartamenti che sorgerà al posto dei vecchi edifici demoliti.

La base d’asta per i lavori è di 2,93 milioni di euro su un investimento complessivo di 3,1 milioni di euro. L’aggiudicazione avverrà con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa (che tiene insieme gli aspetti del prezzo offerto con quelli delle qualità e dei tempi garantiti nella esecuzione).

"E sarà possibile rendere cantierabile anche il secondo fabbricato previsto dalla fase 2 quando la Regione farà la variazione di bilancio, prevista entro fine maggio" spiega l’assessore alla casa del comune di Pisa Ylenia Zambito.

Il progetto di Sant'Ermete prevede la demolizione dei vecchi edifici del 1947 (216 appartamenti) e la costruzione di 256 moderni alloggi popolari in palazzine di classe energetica A, con materiali isolanti sia dal punto di vista termico che acustico. Il tutto senza consumo di territorio e con aree a verde e nuovi spazi aggregativi. Completata la prima fase: sono stati realizzati e consegnati 48 nuovi appartamenti in via Bandi (edifici volano) e le demolizioni dei primi vecchi edifici lasciati vuoti. Ora la seconda fase: la realizzazione dei 2 nuovi palazzi da 39 appartamenti al posto dei 4 che sono stati demoliti. Poi la fase 3, che prevede altri 2 palazzi speculari e il completamento della piazza del quartiere. Mancherà poi l’ultima fase: gli ultimi appartamenti e il parco del quartiere.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Cronaca

Attualità