QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 10°15° 
Domani 15°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 25 maggio 2019

Attualità venerdì 18 novembre 2016 ore 14:30

Come cambia la raccolta rifiuti in centro

Arrivano cassonetti interrati e fuori terra. Il comune vuole proseguire l'estensione del porta a porta anche nelle periferie



PISA — Sono finiti i lavori per la realizzazione nel centro storico dei cassonetti interrati che, insieme ai nuovi cassonetti automatizzati fuori terra, sostituiranno le vecchie ed antiestetiche isole ecologiche. In totale 42 postazioni, 22 interrate e 20 fuori terra, che potranno essere utilizzate da abitanti e commercianti del centro storico a partire dal 19 dicembre, una volta terminati gli ultimi collaudi informatici.

Dopo l'attivazione del 19 dicembre per alcune settimane rimarranno anche i vecchi cassonetti che poi saranno rimossi gradualmente. Da marzo i nuovi cassonetti, sia interrati sia fuori terra, saranno utilizzabili solo dai possessori della speciale card che sarà distribuita a tutti gli utenti del centro storico. 

La distribuzione partirà a gennaio, finirà entro fine febbraio e interesserà le 12mila utenze, 9mila domestiche e 3mila non domestiche, del centro storico, un'operazione che consentirà anche di individuare eventuali irregolarità e furbetti. La tessera è assegnata, in duplice copia, a tutti i titolari di un’utenza Tari.

Ogni postazione, sia interrata sia fuori terra, ha pozzi di cinque differenti tipologie: marrone per i rifiuti organici, verde per il vetro, bianco per la carta, blu per il multimateriale leggero (imballaggi in plastica, lattine, barattoli e cartoni per bevande) e grigio per i rifiuti indifferenziati.

Tutti sono dotati di serratura elettronica, che sarà attivata da marzo, che potrà essere aperta unicamente tramite l'apposita tessera personalizzata. La tessera è una chiave personale il cui codice univoco identifica la singola utenza; tutti i conferimenti saranno registrati informaticamente. Per gettare i rifiuti sarà sufficiente schiacciare il pulsante di accensione del cassonetto e passare la tessera davanti all’apposito lettore. A quel punto il cassonetto è aperto ed è possibile conferire il proprio rifiuto.

In centro rimane il porta a porta per le utenze non domestiche su specifiche tipologie di rifiuti. Sparisce il porta a porta della carta per le utenze domestiche che potranno conferire tutta la spazzatura nei nuovi cassonetti. Per le utenze non domestiche la situazione sarà differente a seconda della tipologia: per tutte rimarrà attivo il consueto servizio porta a porta di ritiro di carta e cartone trisettimanale; per bar e ristoranti sarà attivo anche il servizio porta a porta quotidiano per il rifiuto organico e bisettimanale per il vetro. Per le altre tipologie di rifiuti i commercianti potranno utilizzare i nuovi cassonetti



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità