QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 20°29° 
Domani 16°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 28 maggio 2016

Attualità sabato 23 gennaio 2016 ore 09:50

Comune e maggioranza replicano ai revisori

Si inasprisce il confronto tra i revisori del bilancio di Palazzo Gambacorti che hanno espresso riserve tecniche sul gettito Tasi e la giunta comunale

PISA — “L’assessore al bilancio e alle finanze Andrea Serfogli ha informato i capogruppo consiliari di una nota inviata dall’Organo di Revisione, che invita a ripristinare gli equilibri del bilancio di previsione e a vigilare costantemente sulla permanenza di tali equilibri". Comincia così la replica del Comune di Pisa alla lettera del collegio dei revisori dei conti che, in una nota inviata al Prefetto e al Comune stesso sollevavano dubbi contabili sull'approvazione del bilancio preventivo ( avvenuta il 30 dicembre ) in quanto "disallineato" dalla legge di stabilità del Governo per i provvedimenti sugli enti locali.

Serfogli ha esposto le controdeduzioni già prodotte dal Dr. Sassetti ( ragioniere capo del Comune ) e ha rassicurato sull’osservanza di "ogni garanzia prevista dalla legge e che il riferimento improprio all’articolo del testo unico degli enti locali che richiama la possibilità di scioglimento dei consigli comunali non ha, in questo caso, nessun effetto, essendoci tempo fino al 31 luglio per il riequilibrio di bilancio. I termini per adeguare il bilancio alla legge di stabilità sono previsti invece per il 31 marzo".

Le controdeduzioni del dirigente alle finanze saranno trasmesse alla Prefettura di Pisa alla quale la nota dell’Organo di Revisione è stata inviata per informazione.

"Il Comune di Pisa, per una scelta che è consentita dall’andamento virtuoso dei suoi conti, ha approvato il bilancio entro il 31 dicembre 2015, con parere favorevole, sottolineiamo, dei revisori, per dare all’Amministrazione la pienezza dei suoi compiti" - hanno spiegato dal Palazzo Gambacorti -

"Lo stesso hanno fatto pochi altri importanti comuni toscani, quali Lucca e Prato, con lo stesso parere positivo dell’Organo di Revisione e senza successivi rilievi”.

E sull'argomento intervengono con una nota anche i segretari dei partiti di maggioranza che sostengono la Giunta Filippeschi ( Pd, In lista per Pisa, Riformisti ):

"Desta stupore la presa di posizione del Collegio dei Revisori del Comune di Pisa, che addirittura invoca il Prefetto rispetto alla veridicità e alla sostenibilità del bilancio approvato dal Consiglio Comunale con il loro parere positivo, uno dei pochi in Italia ad essere approvato entro dicembre anche se la Legge di Stabilità ha prorogato il termine di approvazione alla fine di marzo.
Gli stessi revisori riconoscono che la Giunta ha adottato un provvedimento cautelativo che in termini di sostenibilità dà le stesse garanzie delle disposizioni che la legge prevede per i comuni che non hanno ancora approvato il bilancio.
Non si capisce, quindi, dove stia l’urgenza di intervenire per il Comune di Pisa rispetto a questi ultimi Comuni che hanno tempo fino a marzo per approvarlo. Come non si capisce perché lo stesso atteggiamento non sia tenuto dai revisori di altri comuni che lo hanno già approvato.
Pare, invece, tenuto conto anche di altre vicende, che i rilievi sollevati assumano un carattere che, forse, va al di là di quanto ci si potrebbe attendere da un organo di revisione."

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità