QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 15°19° 
Domani 15°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 22 maggio 2019

Attualità lunedì 30 maggio 2016 ore 17:05

Querelato il prefetto Visconti

Il prefetto Attilio Visconti

Il presidente del collegio dei revisori dei conti Vergamini porta in tribunale il prefetto di Pisa denunciandolo per diffamazione



PISA — Il presidente Fabio Vergamini ha annunciato di aver depositato una querela per diffamazione nei confronti del prefetto di Pisa Attilio Visconti, in relazione alle presunte ingerenze e pressioni fatte dalla prefettura nel dicembre scorso.

La notizia è arrivata in concomitanza con il pronunciamento del ministero dell'interno che, sulla oramai annosa questione della polemica relativa all'approvazione del bilancio, aveva detto: "Il Ministero dell’Interno, in risposta alla doverosa informativa, non ha ravvisato i presupposti per lo scioglimento del Consiglio Comunale e ha confermato la piena correttezza dell’attività svolta con rigore e professionalità dal Collegio dei Revisori".

Poche righe inviate dalla Prefettura per cercare di chiudere una polemica nata alcuni mesi fa con uno scontro senza precedenti, tra Palazzo Gambacorti e il collegio dei revisori dei conti, che rese pubbliche alla fine dello scorso anno "Pressioni immotivate" per dare il via libera al bilancio e poi ad inizio anno parlò di previsioni di entrate sbagliate arrivando ad ipotizzare lo scioglimento del consiglio comunale. Critiche puntualmente rispedite al mittente da Palazzo Gambacorti, sulle quali comunque la Prefettura ha agito da mediatrice.

"Il Prefetto Visconti - fa sapere la Prefettura di Pisa - già nell’incontro che si era svolto il 5 febbraio 2016 con il Presidente del Collegio e con uno dei componenti, alla presenza del Vice Prefetto Vicario e del Capo di Gabinetto, aveva avuto modo di esprimere personalmente il proprio apprezzamento per l’attività svolta dal Collegio, evidenziando che l’informativa al Ministero dell’Interno del 27 gennaio 2016, era stata semplicemente un atto dovuto nell’ambito delle sue funzioni Istituzionali.

Lo stesso Prefetto tiene a ribadire che anche le posizioni assunte a suo tempo dal Collegio dei Revisori hanno costituito una conferma del corretto esercizio delle loro funzioni svolte nell’ambito dell’approvazione del bilancio 2015 ed esplicato con assoluta imparzialità".

Sulla vicenda è intervenuto anche il Movimento Cinque Stelle che ha parlato di "Conflitto istituzionale senza precedenti".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Elezioni