QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 10°15° 
Domani 15°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 25 maggio 2019

Cultura sabato 03 marzo 2018 ore 13:45

Gli scatti di Salvo in mostra al Cantiere

L'associazione "imago" ha inaugurato ieri la mostra fotografica dedicata Salvatore Parrinello, l'amico scomparso prematuramente nel 2016



PISA — Grande successo ieri, 2 marzo, per l’inaugurazione della mostra della selezione di fotografie di Salvo Parrinello operata dai membri dell’Associazione Culturale imago. La mostra ha aperto i battenti nel pomeriggio, ospitata nella splendida e suggestiva cornice del Cantiere Sanbernardo, che ha la sua sede nei locali dell’antica chiesa sconsacrata di via Pietro Gori.

Salvatore Parrinello (per tutti Salvo), cresciuto a Maletto, alle pendici dell’Etna, approda a Pisa nel 2002 per seguire i corsi universitari al CMT. Ben presto entrato in contatto con le realtà artistiche presenti, diventa membro dell’Associazione imago dove ha modo di approfondire il suo amore per la fotografia, i video e i cortometraggi. La fotografia in particolare rimane un nucleo fondamentale intorno a cui girano sia i suoi interessi culturali che la sua vena artistica. Grazie ai corsi e alle collaborazioni con il fotografo Rudy Pessina acquisisce una notevole padronanza e una conoscenza estremamente approfondita di svariate tecniche di ripresa e di stampa in camera oscura.

Nel 2003, grazie alla borsa di studio del Programma Socrates/Erasmus, frequenta il Corso di Laurea in Scienze delle Comunicazione (area Audio Visual) presso l’Università Nova di Lisbona, città alla quale rimarrà sempre legato e nella quale matura e affina la sua esperienza artistica. Pur coltivando interesse per tutte le forme d’arte, la fotografia rimarrà elemento centrale e fondante di tutta la sua vita, che si è prematuramente interrotta a Pisa a soli quaranta anni nel giugno del 2016.

L’Associazione imago propone alla cittadinanza una selezione delle sue opere, comprese tra il 2002 e il 2005, periodo durante il quale si è venuta delineando la sua prima cifra artistica, formata da una sapiente combinazione di passione per la vita e rigore stilistico, attraverso la pratica della ripresa analogica e della stampa in camera oscura.

La mostra resterà aperta dal venerdì alla domenica fino al 30 marzo, dalle ore 17.00 alle 24.00. Secondo una tradizione che accomuna l'Associazione imago e il Cantiere Sanbernardo, l'esposizione sarà accompagnata da eventi e performance musicali. Ieri sera chiesa gremita per lo spettacolo di Davide Di Rosolini, mente oggi, 3 marzo, la serata inizierà alle ore 19.00 con l’aperitivo by PUM "Aperi-fresco”. Inizio Live Sets alle ore 21.30 - Suona Fresco #2 - Plato + Wagual (Sideshape Night).



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità