QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 15°18° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 16 ottobre 2019

Cronaca lunedì 24 giugno 2019 ore 12:59

I numeri della lotta a frodi ed evasione fiscale

In occasione del 245esimo anno dalla fondazione del corpo, la guardia di finanza tira le somme sulle attività svolte in provincia di Pisa



PISA — In occasione del 245esimo anno dalla fondazione del corpo, la guardia di finanza tira le somme sulle attività svolte.

Sono 9.794 gli interventi ispettivi conclusi dai Reparti della Guardia di Finanza di Pisa tra il gennaio del 2018 e il maggio del 2019; 535 sono, invece, le indagini delegate al Corpo, nello stesso periodo, dalla magistratura ordinaria e contabile.

Evasione fiscale internazionale, frodi carosello e indebite compensazioni si confermano al centro dell’attenzione operativa della Guardia di Finanza.

Tra i dati forniti dalle fiamme gialle pisane spiccano 64 reati fiscali contestatia carico di altrettanti soggetti, formulando proposte di sequestro alla magistratura per oltre 25 milioni di euro.

Nel contrasto all’economia sommersa sono stati individuati 98 soggetti sconosciuti al fisco, che hanno evaso complessivamente circa 7 milioni di Iva. Inoltre, sono stati verbalizzati 20 datori di lavoro per aver impiegato 63 lavoratori in “nero” o irregolari.

Nel settore dei giochi e delle scommesse illegali,i controlli eseguiti sono stati 35 con 4 violazioni rilevate.

Fortemente intensificate, infine, anche le indagini contro il commercio internazionale della fauna e della flora in via di estinzione, tutelate dalla Convenzione di Washington: il Corpo ha partecipato, quale Autorità nazionale competente, alle principali operazioni congiunte svolte nel settore, eseguendo, negli spazi doganali, 3.210 controlli.

Le frodi scoperte dai Reparti in danno del bilancio nazionale e comunitario sono state pari a oltre 647 mila euro, mentre si attestano intorno ai 46 mila euro quelle nel comparto della spesa previdenziale, assistenziale e sanitaria. Sul versante dei danni erariali sono state segnalate condotte illecite alla Magistratura contabile per circa 4 milioni di euro, a carico di 29 soggetti.

Di rilievo le indagini nei confronti di organizzazioni dedite a reati tipici della criminalità organizzata, quali il traffico internazionale di sostanze stupefacenti. Nel periodo sono stati sottoposti a sequestro 218 kg di sostanze stupefacenti, arrestati 30 responsabili in flagranza di reato ed eseguite 7 ordinanze di custodia cautelare.

Con riferimento ai risultati conseguiti in applicazione della normativa antimafia, sono stati sottoposti ad accertamenti patrimoniali 39 soggetti; ammonta, invece, a oltre 6 milioni e 800 mila euro il valore dei beni mobili, immobili, aziende, quote societarie e disponibilità finanziarie proposti all’Autorità Giudiziaria per il sequestro, mentre i provvedimenti di sequestro hanno raggiunto la quota di 3 milioni e 800 mila euro circa.

Con particolare riguardo al campo dei reati fallimentari, nella sola provincia di Pisa,le Fiamme Gialle hanno accertato distrazioni di somme per oltre 70 milioni di euro e avanzato proposte di sequestro per oltre 400 mila euro.

In tema di sicurezza prodotti, di contrasto alla contraffazione e al falso made in Italy e di lotta all’illecito sfruttamento economico delle opere protette dal diritto d’autore, i Reparti operativi hanno eseguito oltre 75 interventi. Sono stati sequestrati oltre un milione e 230 mila prodotti industriali contraffatti, con falsa indicazione “made in Italy” o non sicuri nonché rilevanti quantitativi di prodotti recanti marchi industriali falsificati o indicazioni non veritiere circa l’origine e la qualità.



Tag

Siria, Trump: "Tradimento? I Curdi non ci aiutarono durante la Seconda Guerra Mondiale"

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Sport

Attualità

Politica