QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 13°17° 
Domani 11°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 14 novembre 2018

Attualità mercoledì 27 giugno 2018 ore 15:19

Il Parco di San Rossore verso nuovi investimenti

Stamane il consiglio regionale ha approvato a maggioranza il bilcancio preventivo per il triennio 2018-2020 dell'Ente Parco



PISA — Via libera a maggioranza al bilancio preventivo economico 2018-2020 dell’Ente Parco di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli. Il consiglio regionale si è espresso con i voti a favore di Pd, ArticoloUno-Mdp e Sì-Toscana a sinistra, mentre Forza Italia e Lega hanno votato contro e il Movimento 5 stelle si è astenuto.

Ad illustrare l’atto, il presidente della commissione ambiente Stefano Baccelli (Pd) che ha commentato i numeri “in equilibrio” e ha parlato di “buone notizie” per un parco che ha attraversato notevoli difficoltà ed un commissariamento ad acta. “Con il piano di investimenti è possibile quel salto di qualità che serve al Parco per diventare strumento di promozione del territorio sia da un punto di vista sociale che economico”, ha osservato Baccelli.

Il valore della produzione per il 2018 è pari a 4,86 milioni di euro con una variazione del 18,75 per cento in più sul 2017, fermatosi a 4,09 milioni. La crescita prevista per gli anni futuri è rappresentata da piano triennale degli investimenti, per un ammontare complessivo di 5,38 milioni di euro. Tra gli interventi programmati 4,2 milioni di euro sono per la tenuta di San Rossore e in particolare per le Cascine Vecchie e Nuove (3 milioni) per interventi di manutenzione straordinaria della rete di distribuzione idrica (370mila euro), per la realizzazione di impianti legati all’attività agricola (90mila), per il restauro conservativo del ponte di legno sul fiume Morto (170mila), per il restauro manutentivo interno ed esterno della villa del Gombo (500mila).

Fuori dalla tenuta sono previsti interventi per opere forestali (circa 410mila euro), per l’area marina protetta della Meloria (224mila) in particolare per la predisposizione e il posizionamento dei segnalamenti marini per la delimitazione delle zone di riserva generale e di protezione, poco più di 163mila euro.

Per il capogruppo di Forza Italia, Maurizio Marchetti, "gli investimenti elencati sono insufficienti rispetto alle necessità”, mentre Elisa Montemagni della Lega ha criticato le voci di spesa, giudicando troppe quelle per il personale e poche quelle per agricoltura e allevamento.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Politica

Attualità