QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 14°17° 
Domani 14°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 20 maggio 2019

Politica venerdì 22 dicembre 2017 ore 20:04

Il Pd vuole un candidato unitario

Un candidato autorevole sostenuto da una larga coalizione per la corsa a sindaco di Pisa. E' l'auspicio di Sonetti, Mazzeo e Viale



PISA — "Il percorso per la scelta va avanti, prima delle candidature per le politiche", dicono all'unisono i segretari provinciali e comunali del Pd Sonetti e Viale e il consigliere regionale Mazzeo.

"Un programma e un nome in grado di unire le forze di centrosinistra", dicono i tre, anche per stemperare i toni delle polemiche delle ultime ore e le voci che darebbero un partito possibilista verso le elezioni primarie.

"Candidati autorevoli e in grado di far convergere su di loro il più ampio consenso da parte di tutte le forze di centrosinistra. E' questo l'obiettivo che ci diamo come Partito Democratico di Pisa in vista delle prossime elezioni politiche ed amministrative".
Poche ore prima sugli stessi argomenti era intervenuto anche il consigliere regionale Pieroni rimarcando l'invito all'unità ( vedi articolo correlato ).
"I periodi pre-elettorali, soprattutto in vista di scadenze importanti come quelle che ci attendono nel 2018 sviluppano una serie di dibattiti, anche e soprattutto mediatici, che generano di conseguenza le più varie ipotesi, alcune delle quali inesistenti", dicono Sonetti, Mazzeo e Viale.

"Il Partito Democratico ha un unico grande interesse: presentarsi con programmi e candidature all'altezza delle aspettative della città e del nostro territorio. Come sempre cercheremo di mettere in campo le energie migliori.

Da mesi stiamo portando avanti un lavoro intenso e attento di confronto che ha coinvolto le forze politiche dell'attuale maggioranza e non solo, dato che vogliamo creare un’ampia coalizione. Sulla base delle convergenze programmatiche con queste forze dobbiamo arrivare, prima della definizione delle candidature per la Camera e il Senato e senza veti, alla scelta conseguente di una candidatura a sindaco che unisca l'autorevolezza alla capacità di far convergere su di sé il consenso della coalizione e dei cittadini.

Vogliamo continuare il percorso di sviluppo che Pisa ha visto partire negli ultimi anni, dalle grandi opere agli interventi di riqualificazione dei singoli quartieri per migliorarne la vivibilità. Un programma e un candidato autorevoli e largamente condivisi rappresentano per noi il presupposto indispensabile da offrire al più presto possibile la nostra città e ai nostri elettori".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Elezioni