QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 17°23° 
Domani 16°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 18 luglio 2019

Attualità giovedì 28 marzo 2019 ore 17:42

"Il Pronto Soccorso ha bisogno di più letti"

Lo dice la Cgil in riferimento ai numeri record di accessi che vengono fatti a Cisanello:"Si sta creando un reparto aggiuntivo di barelle"



PISA — La Cgil vuole richiamare l'attenzione su una "Situazione assai preoccupante che riguarda il Pronto Soccorso di Pisa, oramai è diventata quotidianità la quantità di utenti che stazionano in numero preoccupante, nei locali di quest'ultimo, è tanta da richiedere a tutto il personale un carico assistenziale senza pari, non solo per le cure in emergenza, ma sopratutto una volta che i pazienti sono stati visitati e destinati, per accudire quelli in attesa che si liberi il posto letto, nel reparto di degenza assegnato."

"Per comprendere la gravità della situazione" - dice ancora il sindacato - "Rammentiamo solo i numeri degli ultimi giorni:"

"Lunedì 25 alle ore 7 del mattino erano presenti 34 osservazioni brevi e 22 destini (persone in barella che aspettano un posto letto), nel pomeriggio in sala di attesa vi erano 52 pazienti e 42 che erano in visita e i malati che aspettavano un posto letto non erano diminuiti.

Martedì 26 alle ore 7 del mattino vi erano 36 pazienti in barella in attesa di posto letto e 23 osservazioni brevi.

Nella notte di martedì, un infermiere si è trovato a gestire anche 9 box per un totale di 27 pazienti.


Sia chiaro, il problema vero però non risiede nell'organizzazione del Pronto Soccorso, ma nel fatto che non essendoci letti sufficienti per ricoverare i pazienti, all'interno del P.S si crea un vero reparto aggiuntivo di barelle che rende impossibile la gestione veramente sicura del paziente, e lascia sgomenti i cittadini che si trovano in una situazione incivile sul piano alberghiero.

In alcuni casi mancano anche fisicamente le barelle, se si continua di questo passo, tra un po' gli infermieri saranno costretti a mettere i materassi in terra, creando le peggiori scene che fino a pochi anni fa in Toscana erano impensabili.


La colpa non può ricadere su tutti quegli operatori , medici e infermieri e OSS che riescono a malapena ad arrivare in bagno per i propri bisogni, è evidente che il problema è organizzativo e la responsabilità è della Direzione Generale.

Questi lavoratori gridano dignità per il proprio lavoro in quanto diligenti professionisti, coscienti di essere l' unica risposta del male altrui, però nessuno ugualmente si deve dimenticare di coloro che salvano vite, bene unico di qualsiasi sanità.

Non vediamo altra soluzione che la messa a disposizione di letti per il P.S. ma anche questa soluzione ha bisogno di personale, nessuno può pensare che si possa aprire nuove attività senza acquisire personale, oltremodo già carente in tutte le Unità Operative".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca