QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi -4°-2° 
Domani -7°-2° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 25 febbraio 2018

Cronaca lunedì 22 gennaio 2018 ore 15:26

Inceneritore, studio del Cnr su Ospedaletto

Fa discutere uno studio del Cnr, commissionato dal Comune di Pisa, sui rischi per la salute connessi alla vicinanza all'inceneritore di Ospedaletto



PISA — Rischi per la salute se si vive in prossimità dell'inceneritore di Ospedaletto? Secondo i ricercatori dell'istituto di fisiologia clinica del Cnr di Pisa, che hanno effettuato uno studio, ci possono essere dei pericoli.

Lo studio, pubblicato a ottobre e presentato a Putignano e Ospedaletto, ha il titolo "Indagine sulla salute dei residenti nel Comune di Pisa in relazione all’esposizione alle principali fonti di inquinamento atmosferico".

Lo studio ha preso in considerazione, oltre all'inceneritore di Ospedaletto, altre sette impianti industriali presenti a Pisa oltre al traffico veicolare e alle caldaie per il riscaldamento. I risultati sono stati studiati calcolando l'effetto sulla salute di ogni singola fonte e delle fonti messe insieme e i fattori di rischio più evidenti sono emersi proprio a carico dell'inceneritore.

Sono stati raccolti e analizzati moltissimi dati, in particolare certificati di morte e cartelle dei ricoveri, utilizzata modellistica avanzata con l'aggiunta di prove validanti sul campo e incrocio e correzioni delle informazioni, portando gli studiosi a alcune conclusioni che hanno tracciato un quadro di analisi soprattutto sulle patologie di trachea - bronchi - polmone e del sistema linfoemopoietico associate in maggiore misura proprio all'esposizione all'inceneritore.

Nel dettaglio per l'esposizione all'inceneritore si nota "Un aumento di mortalità del 79% per tumore del sistema linfoemopoietico ed un aumento del 21% della mortalità per le malattie del sistema circolatorio. Tra le donne si osserva un aumento del 152% della mortalità per le malattie respiratorie acute. Inoltre un aumento di ricoveri per il tumore del sistema linfoemopoietico (+41% uomini, +21% donne), leucemie (+75% uomini, +35% donne), linfoma non Hodgkin (+85% uomini, +54% donne); per il tumore di trachea-bronchipolmone (+34%) tra le donne".

E anche se il quadro scientifico è stato definito "Da approfondire", i dati, che gli stessi studiosi del Cnr hanno definito "Da non sottovalutare" sono stati comunque da subito oggetto di discussione.

Immediate le reazioni: per le Mamme NO Inceneritore "Questo studio, che ricordiamo essere stato commissionato dal Comune di Pisa e realizzato dal CNR, è l'ennesima conferma che gli inceneritori inquinano e che sono la causa maggiore di ricoveri ospedalieri e mortalità per i cittadini residenti nelle vicinanze dell'impianto rispetto ad altre fonti inquinanti".

L'assessore all'ambiente del Comune di Pisa Ylenia Zambito ha ribadito già nei giorni scorsi che "Continueremo lo studio e lo aggiorneremo continuamente coinvolgendo le altre istituzioni come la Asl. Con l’aumento della differenziata stiamo andando nella direzione giusta, che ci potrà permettere in un futuro di poter spegnere l’inceneritore e di eliminare quello che, come segnalano i dati, comporta alcuni fattori di rischio".

Sul progetto che molti residenti contestano per la realizzazione di una centrale a biomasse, nella zona di Coltano, dunque non distante dall'inceneritore, lo stesso assessore è stato chiaro:"Non siamo contrari agli impianti a biomasse ma siamo contrari alla localizzazione prevista perchè in una zona dove già insistono altri impianti e perchè non è un impianto di filiera corta ma è previsto che userà legna che arriva da altre province toscane. 

Ma la giunta comunale non ha competenza in materia ambientale, è la Regione che decide se un impianto è impattante e dovrà tenere conto dello studio epidemiologico che è stato presentato su questa zona".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Cronaca

Cronaca