QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 15°20° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 16 ottobre 2019

Cronaca sabato 22 settembre 2018 ore 11:57

Questura con spazi insufficienti e non funzionali

Lo dice il sindacato di Polizia Silp Cgil:" Spazi insufficienti rispetto alle esigenze dell’attività di Polizia e dei servizi ai cittadini"



PISA — Il segretario provinciale del Silp Cgil Michele Salvadori interviene sulla situazione della Questura di Pisa:

"Il problema della insufficienza di spazi dove poter svolgere tutte le attività di Polizia e di erogazione dei molteplici servizi ai cittadini rimane da troppi anni privo di risposta. Nel frattempo, come è immaginabile, la situazione è notevolmente peggiorata in tutti i suoi aspetti organizzativi e funzionali. 

La domanda di sicurezza proveniente dai cittadini è sempre più forte e per certi aspetti drammatica. Così come aumentati sono i servizi che vengono erogati in spazi non adeguati all’utenza che è cresciuta in maniera esponenziale. 

Gli edifici, ai quali manca anche l’ordinaria manutenzione, mostrano le loro crepe e non è un modo di dire: da quasi due anni è stato sgomberato un piano della Caserma Mameli a causa di infiltrazioni di acqua piovana dal tetto, l’Ufficio Personale è da oltre un anno “accampato” all’interno dell’Aula magna. L’Ufficio Immigrazione è ospitato in spazi angusti e insufficienti all’utenza; l’Ufficio Denunce non garantisce la necessaria privacy ai cittadini che devono sporgere denuncia, tant’è vero che in caso di denunce “particolarmente” riservate gli operatori si devono spostare in altri locali reperiti secondo disponibilità. Squadra Mobile e Polizia Scientifica sono ospitati all’interno di una ex palestra riadattata. 

Nuove esigenze in termini di servizi di prevenzione, di controllo del territorio e dunque di sicurezza dei cittadini sono improcrastinabili nelle zone dove la criminalità sta prendendo il sopravvento, dove ogni giorno sono perpetrati furti, scippi, rapine, violenze di ogni genere, vedasi Piazza Stazione – Gallerie Gramsci – Piazza Vittorio Emanuele – Corso Italia – Piazza delle Vettovaglie – Piazza dei Cavalieri – Piazza dei Miracoli. Come è noto questo è anche il percorso dove ogni giorno si registra il maggior numero di cittadini sia per ragioni lavorative, turistiche che di “movida 

Statistiche elaborate dal Comune di Pisa certificano che dalla Stazione di Pisa C.le, transitano circa 18 milioni di persone all'anno e che nell'arco di uno/due anni saranno raggiunti i 24/25 milioni di persone che arrivano e partono se si considera l'incremento di passeggeri in arrivo e partenza dal primo scalo Aeroportuale della Toscana Galileo Galilei e Sesta Porta/Capolinea autobus urbani e interurbani, entrambi strettamente collegati con la Stazione Ferroviaria. 

Per tutte queste ragioni e motivazioni, non di meno stante l’urgente necessità di dover dare una risposta concreta alla crescente domanda di sicurezza dei cittadini e considerata la recente abolizione delle province, ci siamo fatti promotori della possibilità di cogliere l’occasione per trasferire la sede della Questura Piazza Vittorio Emanuele II nel fabbricato della ex Amministrazione Provinciale, zona centrale rispetto alla città, facilmente raggiungibile dai cittadini che necessitano di usufruire dei servizi erogati dalla Polizia di stato, con possibilità di spostamenti rapidi in ogni direzione e a presidio, con funzione di prevenzione e sicurezza, delle zone dove la criminalità condiziona fortemente la vita e la serenità di tutta la città. 

Tale spostamento dovrà garantire negli spazi ex C.T.P. la disponibilità di sufficienti posti auto per le esigenze di servizio e del personale. Anche questa proposta, già sottoposta a suo tempo al Ministro dell’Interno e che sembrava aver trovato condivisione nelle istituzioni, è rimasta ferma in un cassetto e nel frattempo le lavoratrici ed i lavoratori di Polizia a Pisa continuano a lavorare in ambienti inadeguati alle attività per cui sono utilizzati.

Per tale questione abbiamo richiesto un nuovo incontro a Prefetto, Questore e Sindaco di Pisa e siamo in attesa di poter discutere l’argomento."



Tag

Nuzzi interrompe Elsa Fornero: «Lei conosce Ciccio Gamer?» E lei rimane di sasso

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Cronaca

Attualità