QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 12°20° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 17 ottobre 2019

Attualità sabato 07 maggio 2016 ore 08:00

Le nuove frontiere della cardiochirurgia

Aprono le iscrizioni al master di secondo livello sulla chirurgia minimamente invasiva. Domende fino a lunedì 30 maggio



PISA — "Innovation in cardiac surgery: advances in minimally invaseve therapeutics", questo il titolo del percorso formativo, giunto alla terza edizione, è promosso dalla scuola superiore Sant'Anna di Pisa, con la Fondazione Toscana Gabriele Monasterio nelle sedi di Pisa e di Massa.

L'obiettivo didattico consiste nello sviluppare una formazione scientifica, tecnica e culturale nelle diverse aree coinvolte quando devono si affrontano pazienti affetti da malattie cardiache candidati a sottoporsi a operazioni chirurgiche con tecniche minimamente invasive. Le lezioni hanno un approccio interdisciplinare.

Gli allievi riceveranno gli elementi fondamentali per assicurare ai pazienti il trattamento piu' efficace e meno invasivo, alla luce delle piu' recenti innovazioni rese possibili dalle attivita' di ricerca. Il Master ha una durata di 18 mesi ed è suddiviso in periodi che presentano obiettivi e modalita' didattiche differenti. In particolare, a fronte di 650 ore complessive di attivita', queste si suddividono in lezioni frontali anche con la discussione di casi clinici, in attivita' di insegnamento a distanza in modalità e-learning, partecipazione a convegni e seminari. Sette settimane saranno invece dedicate alla pratica chirurgica in qualificate istituzioni italiane come la Fondazione Toscana Gabriele Monasterio e altre diffuse per l'Europa. Quest'ultima parte e' finalizzata allo sviluppo di competenze tecniche, attraverso programmi di formazione chirurgica di tipo residenziale. "Questo Master - commenta Claudio Passino, direttore e docente di malattie dell'apparato cardiovascolare alla Scuola Superiore Sant'Anna - e' una grande opportunita' sia per i giovani chirurghi di acquisire competenze in un settore molto dinamico di chirurgia cardiaca, sia per quelli esperti. A loro viene offerta l'opportunita' di imparare da esperti internazionali le azioni migliori e piu' efficaci per migliorare la loro pratica chirurgica, a beneficio ovviamente dei pazienti affidati alle loro cure"



Migranti, naufragio a Lampedusa: i corpi ritrovati tra robot e lacrime

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Attualità