QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 12°18° 
Domani 16°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 26 aprile 2018

Cronaca giovedì 11 gennaio 2018 ore 14:50

Lutto nella medicina, si è spenta Mara Marcheschi

La professoressa Mara Marcheschi

Stella Maris e Università piangono la professoressa Mara Marcheschi, moglie del compianto dottor Pfanner, scomparsa ieri nella sua casa di Lucca



PISA — La Fondazione Stella Maris perde un’altra importante figura che ha contribuito alla nascita e allo sviluppo medico-scientifico dell’Istituto. Ieri sera nella sua abitazione di Lucca è improvvisamente mancata la professoressa Mara Marcheschi, 87 anni, neuropsichiatra infantile dell’Università di Pisa nonché coordinatrice della linea di ricerca in Psicopatologia dello sviluppo della Stella Maris. Il suo decesso è avvenuto nemmeno un anno dopo a quello del marito, il professore Pietro Pfanner, riconosciuto insieme a lei tra i “padri fondatori” di quello che negli anni ’50 era un istituto clinico extrauniversitario per disabili neuropsichici, nucleo di quello che diverrà l’attuale Irccs Fondazione Stella Maris.

Un’impresa fu quella, una sfida lanciata da monsignor Aladino Cheti e raccolta dall’entusiasmo e dall’umanità di giovani medici, tra cui Pietro Pfanner, Mara Marcheschi, Renzo Bartalena, Mario Brotini e Alfiera Gori. Dirà poi il professor Pfanner: “Mara Marcheschi che doveva diventare mia moglie, non solo è stata per me fino da allora un alterego o 'una spalla e mezzo', come dice Bollea; ma essa è stata ed è ancora per tutti noi, consentitemi di dirlo, una saggia ispiratrice e modulatrice di tutta la nostra attività”.

La professoressa Marcheschi visse in prima persona quell’appassionante percorso che portò l’Istituto a diventare già negli anni ’70 la più grande struttura assistenziale italiana per la neuropsichiatria dell'età evolutiva, grazie allo sviluppo dell’attività di assistenza, ricerca e didattica di carattere nazionale. Insieme al marito visse il riconoscimento a istituto a carattere scientifico dell’ente, che ne riconobbe la qualità degli studi scientifici. E insieme a lui realizzò studi e firmò testi fondamentali in tema di sviluppo neuropsichico del bambino e dell’adolescente e delle sue problematiche, nonché sull’importanza della riabilitazione.

Densissimo fu il percorso professionale della professoressa Mara Marcheschi, dalla laurea in medicina e chirurgia a pieni voti ottenuti nel 1954. Dopo la specializzazione in malattie nervose e mentali, ottenne sempre a pieni voti quella in neuropsichiatria infantile e nel 1970 ottenne l’idoneità a primario ospedaliero. Nel 1980 divenne Professore associato in Neuropsichiatria Infantile all’Università di Pisa e presso l’Istituto Scientifico Stella Maris. Mara Marcheschi fu Direttore della Scuola a Fini Speciali per Terapisti della Riabilitazione della Neuro e Psicomotricità dell'Università di Pisa dal 1989 al 1996; Presidente del Corso di Diploma Universitario per Terapisti della Riabilitazione della Neuro e Psicomotricità. Alla Stella Maris la professoressa Marcheschi fu coordinatrice prima della Linea di Ricerca "Fisiopatologia delle funzioni cognitive e dell’apprendimento” e poi della Linea di Ricerca Psicopatologia dello Sviluppo.

Nella sua carriera la professoressa aderì a numerose missioni scientifiche presso Istituti e Laboratori di Ricerca in Italia e all’estero e produsse 400 lavori pubblicate sulle più autorevoli riviste del settore italiane e straniere oltre a contribuire a numerosi capitoli di libri.

"Con molta riconoscenza - ha detto il presidente della Stella Maris, Giuliano Maffei -, con il Cda, i Revisori dei conti, le Direzioni Generale, Scientifica e Sanitaria, i dipendenti e collaboratori, mi unisco in questo particolare momento di dolore in un abbraccio affettuoso ai figli Chiara, Lucia e Dario Pfanner e alle loro famiglie a cui porgo le più sentite condoglianze".

I funerali si svolgeranno domani venerdì 12 gennaio alle 15 nella chiesa del Carmine a Pisa.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità