comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 18° 
Domani 18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 04 aprile 2020
corriere tv
Coronavirus, l'omaggio delle forze dell'ordine a medici e infermieri dell'ospedale di Parma

Attualità martedì 18 febbraio 2020 ore 18:00

Nuovi cassonetti interrati nel centro storico

Il sindaco Conti e l'assessore Bedini alla nuova isola ecologica

"Un altro passo verso il miglioramento della fruizione degli spazi pubblici, coniugando il decoro alle esigenze quotidiane"



PISA — Inaugurata la nuova isola ecologica interrata in via San Martino. "Un altro passo verso il miglioramento della fruizione degli spazi pubblici, coniugando il decoro alle esigenze quotidiane degli abitanti del quartiere", ha spiegato il sindaco Michele Conti.

"L’amministrazione fa la propria parte su questo fronte, chiediamo ai cittadini di impegnarsi insieme a noi nel corretto conferimento dei rifiuti e di aiutarci con senso civico a tenere più pulita la città".

Sono presenti sei pozzi di cinque differenti tipologie: marrone per i rifiuti organici, verde per il vetro, bianco per la carta, blu per il multimateriale leggero (imballaggi in plastica, lattine, barattoli e cartoni per bevande) e due pozzi color grigio per i rifiuti indifferenziati.

I cassonetti sono verniciati con una sostanza antigraffio che permette una più facile pulizia in caso di danneggiamento. Lo svuotamento avviene tramite speciali mezzi sia secondo un giro programmato sia secondo la segnalazione dei sensori interni che danno l’informazione in tempo reale quando il cassonetto è quasi pieno.

“I cassonetti interrati – spiega l’assessore all’ambiente Filippo Bedini - portano indubbiamente numerosi vantaggi per il centro storico: maggiore igiene, grande miglioramento del decoro urbano, minor impatto alla vista. Dettagli determinanti, che ne fanno la scelta migliore nelle zone di prestigio storico artistico come via San Martino. Ma ci sono risparmi anche in termini economici e ambientali, in quanto la capienza è ben maggiore: i cassonetti fuori terra hanno una volumetria di 3 metri cubi, mentre quelli interrati hanno una capienza di 5 metri cubi. Questo permette di risparmiare anche in termini di passaggi per lo svuotamento. Infine i vantaggi sono anche per i cittadini che risiedono nelle vicinanze delle postazioni: con le interrate si elimina il problema dei cattivi odori emanati dai cassonetti soprattutto in estate. Sotto terra infatti la temperatura è dimezzata rispetto a quella esterna, soprattutto se consideriamo che i cassonetti esposti al sole per molte ore del giorno si surriscaldano ed emanano cattivi odori.”

“Nel caso di via San Martino – prosegue Bedini - il vantaggio più grande consiste però, nella possibilità di riutilizzare le batterie fuori terra in altre zone della città, attualmente servite dalla raccolta differenziata porta a porta: con le due postazioni fuori terra che si potranno recuperare dall’isola ecologica che c’era in via San Martino, si andrà a coprire un’area importante, quella compresa tra via Cattaneo e via Corridoni, che verrà integrata nel sistema a cassonetto intelligente, insieme alla zona di Porta a Mare dove stiamo installando le altre interrate. Il nostro impegno per una città più pulita, decorosa e ordinata prosegue con costanza e determinazione, grazie ad un’attenta programmazione degli interventi, ma invito tutti a seguire regole e comportamenti civili, rispettosi dell’ambiente e della città.”



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca