QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 13°20° 
Domani 12°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 27 maggio 2019

Cronaca mercoledì 14 giugno 2017 ore 14:20

"Servono leggi più chiare sulla legittima difesa"

De Negri (Pd) interviene sulla rapina in gioielleria finita nel sangue: "Una vicenda tragica sia per chi ha perso la vita che per chi ha sparato"



PISA — Una rapina finita nel sangue, con un rapinatore morto e l'altro in fuga. Secondo una prima ricostruzione di quanto accaduto ieri sera, intorno alle 20, nella gioielleria Ferretti di via Battelli, il gioielliere avrebbe estratto la pistola per intimare i due rapinatori, anche loro armati, ad andarsene.  Anziché arrendersi uno dei due avrebbe aperto il fuoco verso la moglie dell'imprenditore, mancandola, e a quel punto Ferretti avrebbe quindi reagito sparando e uccidendo l'altro bandito.

“Quanto è accaduto ieri –  scrive il capogruppo Pd Ferdinando De Negri - rappresenta, al di là dell’esito delle indagini in corso per chiarirne la dinamica, una vicenda tragica sia per chi ha perso la vita che per chi ha sparato, un commerciante che aveva già subito diverse rapine e addirittura era stato ricoverato in ospedale per le percosse subite nel corso di una di esse".

"Questo triste evento  - aggiunge De Negri- ripropone il delicato tema della legittima difesa e la necessità di una sua più chiara regolamentazione, che tenga conto di due esigenze opposte: da un lato quella di consentire alle persone di difendersi da aggressioni armate, dall’altro la necessità di restringere l’uso della forza secondo un principio di ragionevolezza e di proporzione tra i mezzi impiegati per la difesa e la gravità dell’attacco. Nell’Unione Europea questi principi generali vengono attuati con legislazioni molto differenti, che vanno da quelle più restrittive come quella francese, a quelle più permissive come quella tedesca. Credo – conclude De Negri - che si debba trovare un equilibrio tra queste due esigenze fondamentali e mi auguro che il Parlamento possa varare una legge giusta e ampiamente condivisibile”.

"Il gioielliere Daniele Ferretti  - scrive il segretario comunale del Pd Giovanni Viale- è conosciuto nel quartiere, in città e tra i colleghi, come una persona per bene ed aveva già subito altre rapine. Questo certamente esaspera chi vuole vivere del suo lavoro senza rischiare di dover morire o subire violenze e che spinge, di fatto, ad assumere tutte le precauzioni per potersi difendere".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Politica

Cronaca