QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 24°29° 
Domani 23°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 17 agosto 2019

Politica sabato 12 novembre 2016 ore 08:45

Pesante spaccatura nei Cinque Stelle

Una consigliera comunale invoca le dimissioni dei colleghi e la base si frattura in due anime con frecciate sui social network



PISA — La scintilla è stata la discussione in consiglio di giovedì sera. Elisabetta Zuccaro, consigliera comunale pentastellata, ha accusato su facebook i colleghi Valeria Antoni ( che fu candidata a sindaca ) e Gianfranco Mannini di "assenteismo" per essere andati via prima che il dibattito sulla partecipazione ( tema quantomai caro proprio al Movimento ) entrasse nel vivo.

"Vergogna!!! Si viene a fare la passerella in consiglio e si va via dopo aver parlato senza seguire la discussione. Sono andati via da un bel pezzo ormai tutti i nostri consiglieri di ctp, primo tra tutti Massimo Casalini. Si impara in fretta la logica delle poltrone. Sono le 20:40 e non sono ancora stati presentati gli atti di indirizzo. Non ha nemmeno ancora parlato l'assessore di riferimento. Antoni, Mannini, dove siete? Comodamente sul divano di casa? Vergognatevi anche voi! Bella così la partecipazione. Degli altri! Mi sarei anche stufata di reggere da sola la bandiera 5 stelle fino alle 10 di sera, anche su temi che a parole sarebbero i vostri cavalli di battaglia! Ma qualè la vostra etica? Se pensate che il consiglio comunale sia inutile dimettetevi. Chi partecipa a un dibattito che per la prima volta cerca di fare un bilancio dei ctp e se ne va senza ascoltare le posizioni degli altri dimostra di usare la bandiera della partecipazione per fini strumentali di bassa lega Siete la vergogna del Movimento!"

Queste le parole di Elisabetta Zuccaro che hanno scatenato le reazioni dei militanti, già alle prese con un malumore che cova sotto la cenere da alcuni mesi.

"Assurdo darci dei fannulloni quando siamo stati sempre presenti in ogni occasione - la risposta in sintesi di Mannini e Antoni - Questo è solo un pretesto per attaccarci e dividerci".

E in effetti i segnali c'erano stati da mesi: prima per la scelta di ospitare nella sede pisana nel M5s un corso di lingue per migranti e richiedenti asilo, poi per le dimissioni di undici attivisti dai consigli di partecipazione. Decisioni che avevano diviso la base e che avevano messo Elisabetta Zuccaro in minoranza, con la conseguenza che quest'ultima aveva lasciato il meet up storico pisano per fondarne un altro.

Adesso si attende il confronto di lunedì sera, con una riunione nella quale gli attivisti saranno chiamati ad esprimere un voto di fiducia sull'operato dei consiglieri. E qui si vedrà chi avrà più consenso.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca