QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 9° 
Domani 6° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 13 dicembre 2018

Politica martedì 03 aprile 2018 ore 09:57

Pressing nel centrosinistra per le primarie

Fissato per domani un incontro alle Officine Garibaldi per dare "La voce ai cittadini" nella scelta del candidato sindaco alle elezioni dei 10 giugno



PISA — "Le primarie come strumento di scelta e legittimazione di un candidato a sindaco di Pisa che rappresenti uno schieramento largo di centrosinistra". Sarà il tema di un incontro pubblico in programma domani, mercoledì 4 aprile alle ore 18 alle Officine Garibaldi di via Gioberti.

Fanno parte del comitato promotore dell'incontro, aperto alla cittadinanza, Marco Rossi, Carlo Casarosa, Massimiliano Bacchiet, Aurelio Pellegrini, Enrico Stampacchia, Susanna Falsetti, Massimo Catastini e Rita Lucchi.

"Ci ha spinto ad intraprendere questa iniziativa - hanno spiegato dal comitato promotore dell'evento "Pisa per Pisa - La voce ai cittadini" - la preoccupazione per scelte tardive e divisive e la convinzione che le primarie rappresentino invece l'occasione per aprire con i cittadini pisani un confronto sui temi che interessano la città in vista delle prossime elezioni comunali. Per dare a tutti gli elettori la possibilità di decidere. Allo stesso tempo crediamo che siano lo strumento che offre la più ampia legittimazione possibile ad un candidato delle forze di centrosinistra in campo, come è stato formalmente proposto da 'In Lista Per Pisa', 'Riformisti per Pisa' e 'Campo Progressista - Pisa e Il Mondo', alle altre componenti della coalizione, con la condivisione di un regolamento per lo svolgimento della consultazione”.

"Ci riconosciamo in questo percorso - proseguono dal comitato - che riteniamo essere la condizione oggi necessaria per vincere l'imminente competizione elettorale e, sulla base di un programma frutto dello stesso confronto, per rispondere, durante il nuovo mandato, alle grandi sfide che attendono Pisa nei prossimi anni. A Siena e Massa le primarie sono state scelte come il metodo per comporre le legittime differenti valutazioni, com'è stato in decine e decine di città, grandi e piccole, in precedenti elezioni. Anche Pisa ha bisogno di una scelta che sia fatta dal basso, che porti a scegliere fra candidati diversi ma uniti da uno stesso obiettivo, se ve ne sarà più di uno in campo".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Lavoro

Politica