QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 11°12° 
Domani 11°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 25 aprile 2019

Politica mercoledì 01 marzo 2017 ore 08:52

Primi addii al Partito Democratico

L'assemblea del Pd pisano

Dopo l'uscita di Rosa Dello Sbarba se ne vanno anche la ex presidente del Consiglio comunale Maccioni e l'ex consigliere Dell'Omodarme



PISA — Il Pd pisano, che ha incassato l'uscita eccellente di Paolo Fontanelli, perde alcuni pezzi che andranno a confluire nella nuova formazione Democratici e Progressisti.

Nelle ultime ore hanno annunciato la fuoriuscita dal partito due nomi molto conosciuti, anche per i ruoli istituzionali ricoperti in passato: si tratta di Titina Maccioni, ex presidente di circoscrizione e già presidente del Consiglio comunale e Antonio Dell'Omodarme, ex consigliere comunale e personaggio molto seguito all'interno del partito. Uscita anche la docente universitaria Cristiana Torti.

I due addii, che fanno seguito ad altri di iscritti di lungo corso al partito a livello provinciale come la volterrana ed ex assessore provinciale Rosa Dello Sbarba e il sanminiatese Massimo Baldacci, sono stati annunciati all'assemblea comunale del Pd di Pisa che si è svolta presso i locali del Circolo Alberone.

I punti all'ordine del giorno prevedevano la discussione su quanto sta accadendo a livello nazionale e l'avvio del percorso per la costruzione del progetto politico del Pd 2018-2028 in vista delle Amministrative.

Il segretario Giovanni Viale ha sottolineato come "La Politica debba governare le paure e non farsi trascinare da queste. In questo contesto occorre una politica forte e, certo, per quel che ci riguarda la scissione nel partito democratico non aiuta. Il partito non può essere il luogo dove si sviluppano le tifoserie, ma luogo di sintesi, di rispetto delle opinioni di tutti". 

"Con le elezioni a poco più di un anno dobbiamo spendere le nostre energie migliori e dobbiamo guardare avanti, per il bene di Pisa". 

Durante la serata infatti è stata presentata dal Segretario una proposta per definire il programma del PD 2018-2028 in un contesto di forte partecipazione delle diverse sensibilità del partito, delle forze alleate e in generale di tutta la cittadinanza. 

"Il Partito Democratico ha il dovere di guidare il cambiamento, senza subirlo o rischiare di non interpretarlo nella giusta maniera - ha proseguito Viale - per questo già da ora abbiamo steso dieci punti di partenza sui quali sviluppare un dibattito per la costruzione di un programma per una Grande Pisa". 

Intanto Paolo Fontanelli, che venerdì sera alle 21,15 alla Leopolda di Pisa, ha organizzato un incontro pubblico, sul suo blog ha fatto il punto della situazione:"Oggi hanno preso vita i nuovi gruppi parlamentari alla Camera e al Senato sotto la denominazione di Movimento Democratico e Progressista. Sono formati da deputati e senatori usciti dal PD e da SEL per un totale di cinquantuno parlamentari. Come capigruppo sono stati eletti Francesco Laforgia alla Camera e Cecilia Guerra al Senato.

Dal PD sono uscito con grande rispetto reciproco, come è emerso nelle dichiarazioni sulla stampa. Ieri ho inviato una lettera ai segretari del mio circolo e del comitato comunale e oggi ho parlato con il Presidente del gruppo Ettore Rosato. Poi ho ripreso il lavoro di Questore che, anche in conseguenza delle novità politiche, comporta un impegno imprevisto sul piano della riorganizzazione degli spazi della Camera, in Aula e nel palazzo dei gruppi."



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità