QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 12°18° 
Domani 16°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 23 ottobre 2018

Attualità mercoledì 21 marzo 2018 ore 16:40

"Pronti a investire nella Stazione Marconi"

Lo ha assicurato Mohamad Ahmed, AD di Intracom-Telecom, stamane a Pisa per un primo incontro tecnico col Comune sul recupero dell'edificio di Coltano



PISA — Oggi si è tenuto il primo incontro tecnico tra Comune di Pisa e azienda azienda Intracom-Telecom per concretizzare la disponibilità da parte dell'azienda internazionale di telecomunicazioni a contribuire finanziariamente al recupero della Stazione Marconi di Coltano.

Mentre proseguono i lavori per la messa in sicurezza della Stazione Marconi da parte del Comune, l’amministratore delegato Mohamed Ahmed, insieme ad altri rappresentanti dell’azienda Intracom-Telecom, ha fatto tappa a Pisa per effettuare un sopralluogo presso la Stazione Marconi ed incontrare l'assessore Andrea Serfogli, accompagnato dal rappresentante della Proloco di Coltano Dell'Omodarme, dal direttore generale del Comune Marzia Venturi, dall'architetto Marco Guerrazzi, e da altri dirigenti e tenici del Comune. 

Durante l'incontro alla Villa Medicea di Coltano l’amministratore di Intracom-Telecom, la società che si occupa di sistemi di telefonia mobile e smart cities e che opera in Spagna, Italia, America latina e non solo, ha confermato il suo interesse nella sponsorizzazione del recupero della Stazione, motivandolo con la volontà di colmare un debito morale nei confronti di Guglielmo Marconi, inventore della storia delle telecomunicazioni nel mondo.

Serfogli ha analizzato con i tecnici del Comune e i rappresentanti legali dell'azienda le possibilità tecniche con cui concretizzare la sponsorizzazione di 1 milione e mezzo di euro per partecipare alla ristrutturazione che ha un costo complessivo di 2 milioni e mezzo (tra struttura e spazio esterno), secondo la stima del Comune.

"Sono state ipotizzate due strade possibili - ha spiegato Serfogli - la sponsorizzazione da parte dell'azienda, a cui dopo segue la gara pubblica gestita dal Comune per l'affidamento del progetto e dei lavori, oppure la presentazione della proposta da parte dell'azienda a cui poi, dopo pubblicazione di manifestazione di interesse, segue l'affidamento del progetto definitivo e della realizzazione di un lotto funzionale a completamento della ristrutturazione. Ipotesi quest'ultima per cui propendiamo, per evitare, visti i tempi di espletamento delle procedure di gara, di far slittare eccessivamente i tempi dell'intervento". 

"Parallelamente - ha proseguito l'assessore - il Comune proseguirà con il suo intervento di messa in sicurezza della struttura e di ripulitura dell'area esterna. Interesse dall'investitore è proprio quello di assicurarsi che il progetto di recupero della stazione si concluda in tempi sufficientemente rapidi e possa rappresentare per l'azienda un ritorno di immagine, collegato alla creazione dentro la Stazione di un Museo della radio e di un polo di ricerca e innovazione sulle telecomunicazioni che renda omaggio al contributo dato da Marconi allo sviluppo delle telecomunicazioni".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca