comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 15°25° 
Domani 15°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 02 giugno 2020
corriere tv
2 giugno di Salvini: «La salute prima di tutto» ma non mette la mascherina

Attualità sabato 04 aprile 2020 ore 09:52

Raccolta fondi per una barella a biocontenimento

Una barella a biocontenimento
Una barella a biocontenimento

Attivata una raccolta fondi per l'acquisto di una barella che permetta di isolare un paziente dall'equipaggio impegnato nel trasporto in ambulanza



PISA — La pubblica assistenza di Pisa ha lanciato una raccolta fondi per dotarsi di una barella a biocontenimento per  trasportare in sicurezza pazienti affetti da Covid19 e non solo. 

Si tratta, spiega la pubblica assistenza in una nota, di "Una barella che permette di isolare un paziente contagioso dall’equipaggio impegnato nel trasporto in ambulanza, senza pregiudicare la possibilità di intervenire sul paziente per qualsiasi manovra necessiti. Una protezione in più, oltre ai consueti dispositivi di protezione individuale, che permetterebbe alla nostra associazione di poter dare una risposta migliore e più sicura alle esigenze di trasferimento di pazienti affetti, ad esempio, dal Covid19".


In pochi giorni sono già stati raccolti, con centinaia di donazioni, oltre 7mila euro dei 10mila necessari. "Una spinta di solidarietà - scrive la Pubblica assistenza- che vorremmo non si interrompesse così vicini al traguardo".

La catena della solidarietà si è mossa sul web, sia direttamente sul sito, www.papisa.it su cui è possibile donare con carta di credito o paypal sia con bonifici bancari – IBAN IT61I0856225300000010700128 con causale: “Barella a biocontenimento e DPI“.

"L’associazione - prosegue la nota- sta dando molto alla comunità dei comuni di Pisa, San Giuliano Terme e Vecchiano, continuando con i propri volontari a mantenere aperti i presidi socio-sanitari in cui operano i medici di base, proseguendo poi con il servizio di consegna di spesa e farmaci a domicilio per chi sta subendo maggiori difficoltà in questo periodo, fino, ma non meno importante, ai servizi di soccorso di emergenza 118. Una presenza continua di volontari e dipendenti, contingentati per garantire alti standard di sicurezza, ma che stanno dando il massimo rischiando ogni giorno il contagio.Chiediamo quindi un piccolo contributo a ogni singolo cittadino, un piccolo gesto che potrà permetterci di prestare la nostra opera in sicurezza e con tutta l’umanità che ci contraddistingue da 134 anni di storia".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Lavoro