QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 17°28° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 25 agosto 2019

Politica martedì 19 giugno 2018 ore 18:36

"Sì alla sicurezza, no all'odio leghista"

Così il candidato sindaco del centrosinistra Andrea Serfogli, oggi nelle piazze Garibaldi e delle Vettovaglie teatro della maxi rissa di ieri sera



PISA — Andrea Serfogli ha oggi visitato piazza delle Vettovaglie e piazza Garibaldi, in conpagnia dei rappresentanti delle liste che lo sostengono, per portare la sua vicinanza ai commercianti e marcare le differenze sostanziali rispetto al candidato del centrodestra Michele Conti, su temi cruciali come sicurezza e immigrazione. Il tutto a poche ore dalla maxi rissa in centro fra extracomunitari (VIDEO), nella quale è stato ferito un commerciante, e a pochi giorni dal voto del ballottaggio.

Di seguito la nota congiunta dei partecipanti all'iniziativa di oggi, firmata da Partito Democratico, In lista per Pisa, Riformisti per Pisa, Con Danti per Pisa, Patto Civico, Progetto Pisa e La nostra Pisa.

“Condanniamo ogni episodio di violenza e lottiamo contro fenomeni di degrado e di microcriminalità ma, al contrario dei nostri avversari, i problemi li affrontiamo davvero nel rispetto della dignità umana. L’illegalità non ha colori né bandiere, e va contrastata sempre, opponendovi, però, la cultura del confronto con l’altro, non la chiusura. Che sia di porti, di strade, di piazze non importa.

Perché una strada o una piazza con tanta gente è molto più sicura di una strada o una piazza vuota, che è quello che vuole la Lega: porte chiuse, paura, militarizzazione della vita sociale.

Sgombriamo il campo da ogni equivoco: sicurezza, per noi, è apertura e inclusione, pragmatismo e soluzioni concrete. E subito si fa luce sulla differenza tra noi e la destra leghista, che al solo di fine di raccogliere consensi punta la sua scelta politica su un clima di odio sociale, favorendo il passaggio da un’opposizione legittima – e anche molto aspra – tra idee a quella tra persone, altrettanto aspra, ma moralmente inaccettabile.

Noi non lanciamo proclami da lontano, ma andiamo nei luoghi e tra la gente per risolvere davvero i problemi, dando priorità all’ascolto.

È il senso del tour odierno nelle zone più delicate della città, per far comprendere al meglio la nostra idea di sicurezza. Che parte, sì, dalla proposta programmatica di Andrea Serfogli, che porterà a Pisa 30 agenti nei prossimi 3 anni: sa come farlo, e lo farà, a differenza dei governi precedenti, a cominciare da quello Berlusconi, dove la Lega aveva già guidato in maniera fallimentare il Ministero dell’Interno, fallendo soprattutto nel suo punto programmatico principale: la sicurezza.

La sicurezza a Pisa andrà sempre più a braccetto con la legalità: è il senso della scelta di Nicola Pisano, ex magistrato di lunga esperienza e conoscenza del territorio, come assessore competente in caso di vittoria. Pisano ha partecipato al tour e sarà pronto a mettere a disposizione della comunità la sua competenza.

Noi, membri delle liste che sostengono Andrea Serfogli al ballottaggio del 24 giugno, scegliamo la competenza, la conoscenza, il pragmatismo e l’amore per la complessità per risolvere i problemi di Pisa e proporre soluzioni. A partire, proprio, dalla sicurezza”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca