QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 12°12° 
Domani 14°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 22 maggio 2019

Attualità sabato 23 settembre 2017 ore 11:43

Stazione, scatta il 29 l'ordinanza antidegrado

Il giro di vite del Comune: vietato sdraiarsi sulle panchine e bivaccare, divieto di vendere alcolici dopo le 19 e somministrarli in vetro dopo le 21



PISA — Grazie ai nuovi poteri concessi ai sindaci dalla legge Minniti, sentiti i pareri di questura, prefettura e associazioni dei commercianti, la nuova ordinanza antidegrado per la zona Stazione è stata varata ed entrerà in vigore da venerdì 29 settembre.

Il sindaco Marco Filippeschi e il comandante della polizia municipale Michele Stefanelli l'hanno presentata questa mattina in municipio, sottolinendo il fatto che si tratta di "una legge sostenibile, difficilmente impugnabile".

Entrando nel dettaglio, la legge impone il "divieto di sedersi, sdraiarsi e dormire sul suolo pubblico o ad uso pubblico, sulla soglia, sulla pavimentazione, sui muretti, sui gradini posti all'esterno degli edifici pubblici e privati, dei monumenti e dei luoghi di culto, sugli spazi verdi e sugli arredi urbani (ivi comprese le rastrelliere per le biciclette)".

"Il divieto di sedersi - specifica poi l'ordinanza - non si applica sulle panchine e nelle aree dei pubblici esercizi o aree pubbliche esterne, di pertinenza dell'attività, legittimamente autorizzate all'occupazione di suolo pubblico". Sulle panchine, tuttavia, vige il "divieto di sdraiarsi o dormire"

Queste disposizioni antibivacco riguardano le zone di piazza della Stazione, viale Gramsci e gallerie, via Mascagni (dal civico 2 al 24 e dal 9 al 27), via Battisti (civici 2-12, 1-19), largo Padri della Costituzione, via Zandonai, via D'Azeglio (da via Zandonai a piazza Vittorio, piazzetta Haring compresa), piazza Vittorio Emanule II loggiati compresi, via Croce (da via Queirolo a piazza Vittorio), via Queirolo (civici 3-25 e marciapiede antistante), via Bonaini (civici 90-108 e 85-125) e via Corridoni (da via Colombo a piazza Stazione).

Le disposizioni anti alcol, invece, vietano il "consumo di bevande alcoliche di qualsiasi genere nelle strade o piazze pubbliche o aperte al pubblico transito, salvo che detto consumo avvenga all’interno dei locali e delle aree del pubblico esercizio o nelle aree pubbliche esterne, di pertinenza dell’attività, legittimamente autorizzate all’occupazione di suolo pubblico". Inoltre, è vietata la vendita, anche per asporto, di bevande alcoliche e superalcoliche dalle ore 19 fino alle ore 24" (dopo le 24 il divieto è coperto dalla legge 120), ed è vietata "la somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche dalle ore 21 fino alle 3 in contenitori di vetro o lattine, salvo che il consumo nei sopra citati contenitori avvenga all’interno dei locali e delle aree del pubblico esercizio o nelle aree pubbliche esterne, di pertinenza dell’attività, legittimamente autorizzate all’occupazione di suolo pubblico".

Le zone alle quali andranno applicate le disposzioni anti alcol sono piazza Stazione loggiati compresi, viale Gramsci gallerie comprese, via Mascagni (civici 2-24 e 9-27), via Croce (da via Queirolo a piazza Vittorio), via Queirolo (3-25), via Bonaini (90-108 e 85-125) e via Corridoni (da via Colombo a piazza Stazione). Resta curiosamente esclusa dai provvedimenti anti alcol piazza Vittorio Emanuele II.

Ovviamente, i divieti non rispettati comportano sanzioni in forma ridotta di 100 euro, rispetto alla sanzione tra i 25 e i 500 euro prevista per legge.

"Da oggi fino al 29 - ha commentato il sindaco - ci adopereremo per informare gli esercizi commerciali della zona, che dovranno affiggere le disposizioni comunali. Mentre per le disposizioni antibivacco sono previsti cartelli informativi in più lingue".

L'ordinanza, che rimmarrà in vigore fino al 31 dicembre, si aggiunge agli interventi di tipo strutturale già messi in atto da una decina di giorni a questa parte, per migliorare il decoro urbano di viale Gramsci e zone limitrofe, in attesa che l'intera area venga ridisegnata, con la creazione di un'unica carreggiata al centro e di aree pedonali più ampie ai lati, di fronte ai portici. 

"Gli interventi di questi giorni - ha ricordato Filippeschi - hanno riguardato o riguarderanno la rimozione delle rastrelliere, usate impropriamente come sedute, la recinzione delle aiuole, lo sfoltimento degli alberi, la cancellazione delle scritte, la rimozione delle affissioni abusive e la collocazione di nuovi cestini".

"Abbiamo anche ridisegnato la segaletica - ha quindi aggiunto il comandante Stefanelli - e non va dimenticata l'esperienza positiva del mercatino, ora attivo tutti i giorni ad eccezione del fine settimana. Infine, stiamo valutando di creare gruppi whatsapp con i commercianti, che già hanno mostrato un interesse in questo senso".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità