QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 17°18° 
Domani 15°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 30 maggio 2016

Cronaca martedì 26 gennaio 2016 ore 11:54

Sotto la Torre contro "La strage di cinghiali"

Dopo Ponte Vecchio a Firenze e i Quattro Mori a Livorno, lo striscione della campagna "Toscana rosso sangue" è arrivato sotto la Torre di Pisa

PISA — Un gruppo di attivisti ha esposto sotto la Torre di Pisa uno striscione per chiedere alla Regione Toscana di fermare l'iter della legge Remaschi che prevede un abbattimento di ungulati, con la facoltà di cacciare ammessa per tutto l'anno, per evitare la moltiplicazione di animali selvaggi che danneggiano l'agricoltura.

                         
I promotori della campagna sostengono che la Toscana sta battendo una strada antiquata e inutile senza             considerare altre soluzioni. "La Regione Veneto, ad esempio, ha escluso di affrontare la questione con lo strumento della caccia al cinghiale. Estendere a tutto il Veneto la caccia a questa specie particolarmente invasiva, rischierebbe non solo di non far diminuire il numero dei cinghiali, ma al contrario di provocarne un aumento"


La Regione Veneto pensa invece a un piano integrato che prevede protezioni con reti elettrificate, catture e anche una limitata caccia di selezione; secondo i promotori della campagna "è preferibile e possibile un sistema di protezione, intervento e prevenzione totalmente non cruento, secondo modalità già sperimentate e attuate in Italia e all'estero. Ma la strategia del Veneto dimostra che non c'è nulla di ovvio e scontato, e tanto meno di scientificamente provato, nelle scelte che la Regione Toscana rischia di compiere. La strage degli ungulati può essere ancora fermata: chiediamo al presidente Rossi una pausa di riflessione".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Cronaca

Cronaca