QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 21°26° 
Domani 24°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 21 agosto 2019

Attualità martedì 01 dicembre 2015 ore 15:05

L'albo dei professionisti "consigliati dal Parco"

Possono fare domanda aziende agrozootecniche, artigiani, strutture ricettive e nel campo della ristorazione e guide ambientali



PISA — Tre diversi albi di operatori economici “consigliati dal Parco”. Per diventarlo è stata pubblicata, sul sito del Parco, una modulistica ad hoc.

Il progetto si inserisce all'interno di un circuito ideato dall’Ente Parco per promuovere prodotti tipici e qualità dei servizi turistici.

Sono centinaia le imprese potenzialmente interessate dal primo programma, Aziende consigliate dal Parco. Tra queste circa duecento aziende agrozootecniche del Parco e quelle artigiane presenti nel territorio regionale che trasformano prodotti agricoli provenienti da aziende consigliate dal Parco oppure che nella lavorazione dei propri specifici prodotti utilizzano almeno il 25 per cento di materie prime provenienti da aziende agricole consigliate dal Parco.

Il secondo disciplinare, Esercizi consigliati dal Parco, segue le orme del primo, con l'intento di creare sinergie tra i due settori, soprattutto attraverso la promozione dei prodotti tipici verso i clienti delle strutture ricettive e ristorative. L’iscrizione a questo albo sarà quindi possibile per alberghi, agriturismi, campeggi, bed & breakfast, affittacamere, ristoranti, bar e esercizi simil, regolarmente iscritti alle Camere di Commercio e con sede operativa all’interno dei confini del Parco.


Il terzo albo, Guide ambientali escursionistiche consigliate dal Parco, è infine destinato alle numerose attività turistiche che svolgono un ruolo fondamentale nella gestione dei servizi di accompagnamento e guida nell'area protetta; obiettivo del programma è favorire la creazione di una rete sinergica tra l'Ente e le imprese di accompagnamento ed educazione ambientale che operano all'interno dei confini dell'area protetta, e di mantenerla attiva negli anni a venire anche grazie ad occasioni di formazione e di arricchimento professionale.

"In questi anni l’Ente Parco ha compiuto passi importanti in termini di promozione – spiega il presidente Manfredi – e può adesso dar seguito concretamente ad una delle sue finalità principali, ovvero quella di poter essere fruito e vissuto come opportunità economica ed occupazionale sostenibile.
L’Ente ha sempre avuto a cuore la valorizzazione dei prodotti agricoli provenienti dall’area protetta, riconoscendo il ruolo delle aziende agro-zootecniche nella conservazione dell’ambiente, del paesaggio e della cultura locale, ma con l’approvazione di questi programmi e la possibilità di adesione da parte di varie tipologie di imprese, parte oggi quello che si configura, a tutti gli effetti, come il primo progetto organico di promozione sviluppato dall’Ente, che potrà portare notevoli benefici a centinaia di operatori economici presenti dellarea protetta e facilitare il lavoro in rete tra imprese, Parco e altri soggetti. Inoltre – conclude Manfredi – grazie alla partecipazione e al coinvolgimento di tutti coloro che sono interessati, i vari programmi approvati potranno essere migliorati e affinati negli anni a venire".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Politica