QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 15° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 16 novembre 2018

Politica domenica 11 febbraio 2018 ore 16:58

"Pisamover, accordo di programma va rispettato"

Lo dicono gli assessori comunale Serfogli e Zambito relativamente alla decisione della giunta sui bus turistici. Numerose le prese di posizione



PISA — Gli assessori Zambito e Serfogli intervengono sull'ordinanza che sposta la partenza dei bus turistici dal piazzale del Galilei al parcheggio scambiatore del PisaMover.

Secondo Ylenia Zambito "Impedire agli autobus di collegamento tra Pisa e Firenze di arrivare davanti all'aeroporto è una scelta contenuta in tutti gli accordi preliminari sottoscritti dai vari Enti promotori del Pisa Mover, tra cui l'allora società di gestione dell'aeroporto. Peraltro l'obiettivo che ha convinto la commissione a finanziare l'opera era l'abbattimento dell'inquinamento causato dai mezzi su gomma e l'incentivazione all'utilizzo di mezzi meno inquinanti come appunto la navetta e la ferrovia. Noi siamo stati perfettamente coerenti con gli impegni presi, l'incoerenza va cercata altrove."

Andrea Serfogli su Facebook ha scritto: "La scelta dell’amministrazione comunale unanimemente assunta e sostenuta da tutte le forze di maggioranza è motivata e coerente con l’accordo di programma sulla realizzazione del Pisamover, progetto voluto, ideato, progettato e promosso da Sat. L’ordinanza arriva dopo un atto d’indirizzo del Consiglio comunale e una delibera di giunta di cui è la logica conseguenza. Gli obiettivi dell’infrastruttura sono quelli della riduzione del traffico su gomma e del miglioramento della sostenibilità e dell’impatto dell’aeroporto sul quartiere. Sorprendono certe prese di posizione che vanno contro questi obiettivi strategici. Obiettivi che hanno portato la commissione europea a finanziare l’investimento che deve essere pienamente funzionante secondo quanto programmato. Sono convinto che possa essere trovata una soluzione negoziata che possa essere di reciproca soddisfazione delle parti mettendo al centro l’accordo di programma sottoscritto dai vari enti."

Giuseppe Pasqualetti, responsabile provinciale enti locali Pd Pisa, dopo la presa di posizione del segretario provinciale Sonetti ( vedi articoli correlati ) che criticava l'ordinanza, pur condividendo le parole di Sonetti, ha provato a gettare acqua sul fuoco:"Il potenziamento e il corretto funzionamento dello scalo aeroportuale di Pisa, così come le azioni volte a migliorare le prestazioni del People Mover e i rilevanti investimenti profusi, sono entrambi valori che devono essere perseguiti con decisione, rifuggendo purtuttavia eccessi di localismo che rischierebbero di danneggiare l'economia del territorio.

Da questo punto di vista, concordo pienamente con quanto recentemente affermato dal segretario provinciale Massimiliano Sonetti circa l'assoluta inopportunità di procedere con l'emissione di un'ordinanza prescrittiva pur se asseritamente giustificata sulla base dei percorsi di confronto già in atto.

Auspico dunque che si trovi in tempi utile modo di riaprire un dialogo tra tutti i soggetti interessati, in particolare quelli dell'area costiera, al fine di ricercare una soluzione, evitando di dar effettivo seguito a un provvedimento che sembra poter determinare, anche inconsapevolmente, effetti dannosi per il territorio".

Sull'argomento è intervenuto anche il deputato uscente di Mdp ed ex sindaco Paolo Fontanelli: "Una cosa strana è la discussione che si manifesta nel PD sull’ordinanza del Comune in ordine allo spostamento dei bus dal piazzale dell’aeroporto al parcheggio del PisaMover. 

L’iniziativa del Comune è doverosa. Ho già sottolineato, in passato, che l’idea di quell’opera nacque ai tempi della Sat guidata da Piergiorgio Ballini con il proposito di portare direttamente alla stazione centrale uno degli ingressi al Galilei. Tutto ciò presupponeva che fosse la Sat a guidare e gestire l’operazione. Ma poi le cose sono cambiate e il percorso è stato diverso. Adesso la nuova società degli aeroporti toscani, a maggioranza privata, non si sente impegnata e anzi si propone una linea del tutto autonoma dai problemi della città, tra i quali c’è indubbiamente quello di evitare che sui cittadini pisani ricadano i costi di quell’opera. Certo, le conflittualità non sono la strada per risolvere le cose e le interferenze politiche non aiutano, anche se è difficile non vedere nelle scelte di Toscana Aeroporti relazioni e solidi rapporti con una parte politica".

E se per il segretario comunale della Lega Edoardo Ziello "“Il PD di Pisa è in preda ad un caos conflittuale senza precedenti, Il sindaco, Marco Filippeschi, emana un’ordinanza che impedisce ai bus di sostare di fronte al terminal dell’aeroporto Galilei, al fine di aumentare l’utilizzazione del mega parcheggio faraonico (sottoutilizzato), del People Mover. Per tutta risposta il loro Segretario Provinciale, pontederese doc, inveisce contro i rappresentanti istituzionali cittadini, del suo stesso partito, definendo l’ordinanza ‘incomprensibile’, dimenticandosi che i consiglieri comunali del PD hanno dato un indirizzo politico molto preciso (sbagliato), al sindaco, che prevede ulteriori investimenti sull’opera." la Filt Cgil punta il dito contro la mancanza del servizio di trasporto pubblico che si è vista da e verso l'aeroporto e nel quartiere di San Giusto da quando è entrato a regime il Pisamover.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità