QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 13°15° 
Domani 13°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 19 maggio 2019

Politica martedì 10 marzo 2015 ore 10:13

Regionali, Cristina Conti si candida con il Pd

Cristina Conti

Sanità, testamento biologico, eutanasia e diritti soggettivi e sociali, tra i punti chiave del suo progetto politico



PISA — Cristina Conti annuncia la sua candidatura a consigliere regionale del Pd nel collegio di Pisa

Cristina Conti, 52 anni, imprenditrice pisana, figlia del compianto Ermanno Conti, una delle figure più significative della sinistra pisana negli anni ’80 e ’90, ha annunciato sabato scorso alla Direzione provinciale del PD, la sua intenzione di candidarsi per il Consiglio Regionale alle prossime elezioni.

Una candidatura, quella di Cristina Conti, da sempre vicina all’area civatiana, che nasce dalla spinta e dalla sollecitazione trasversale di molti esponenti del PD pisano che intendono mettere al centro del progetto politico la costruzione di una Toscana solidale, che riconosca e promuova i diritti civili, che tuteli il territorio, e che, anche nell’emergenza di tagli finanziari rilevanti, riesca a mantenere e rinforzare un sistema di welfare che ha contraddistinto e continua a contraddistinguere la Toscana stessa.

Temi come il testamento biologico e l’eutanasia, i diritti soggettivi e sociali, i temi della diversità sono, secondo Conti, quelli su cui "la Toscana laica e colta deve fare ancora una volta da apripista e dare soluzioni a criticità e richieste sempre più complesse nel rispetto dei valori della costituzione e dei diritti dell’uomo".

Nel suo intervento alla direzione provinciale Conti ha poi sottolineato l’importanza dei temi ambientali e della tutela del paesaggio e del territorio anche alla luce del dibattito apertosi intorno alle proposte di emendamento alla Legge Marson.

"Il tema centrale - secondo Conti - è la sanità che e deve rimanere pubblica: solo così sarà sempre possibile garantire un’adeguata ed uguale assistenza sanitaria ad ogni singolo cittadino, che sia esso povero o ricco, giovane e forte o vecchio e malato. Su queste basi anche un approccio critico alla legge di riforma sanitaria, cavallo di battaglia di Enrico Rossi: l’accentramento direzionale - si è chiesta Conti - potrà garantire, così com’è adesso, quel supporto organizzativo e clinico professionale per il personale che si confronta tutti giorni con pazienti e utenza tenendo conto delle peculiarità di ogni singolo territorio?"

"L’obiettivo -ha concluso Conti- è di fare tutto questo con la collaborazione e l’inclusione dei cittadini, siano elettori del Pd che simpatizzanti, con uno sguardo particolare agli sfiduciati, a coloro che faticano a riconoscersi, a chi ha scelto la strada dell’astensionismo e del non voto: la parola sinistra, in una declinazione moderna fondata su valori antichi e sempre validi, deve trovare ancora posto nel nostro lessico, nella nostra cultura".

Tra i sostenitori della candidatura di Cristina Conti si segnalano figure di spicco del Pd pisano come Stefano Fabbri, Barbara Guerrazzi, Mina Canarini, Samuele Agostini e Valentina Ricotta.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Lavoro

Attualità

Attualità