QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 12° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 20 marzo 2019

Lavoro martedì 23 settembre 2014 ore 19:30

Tasi, a Pisa è più cara della vecchia Imu

Le stime e i calcoli della Cgil Toscana: "Prese d'assalto le sedi Caaf"



PISA — "Le sedi di Caaf Cgil Toscana sono prese d'assalto: dall'8 settembre, in vista della scadenza del pagamento del 16 ottobre, arrivano oltre 1.500 telefonate al giorno ai call center". Lo fa sapere la Cgil Toscana, preoccupata perché in quasi ogni città della regione la cifra da pagare è diversa.

Per la Tasi, la media delle aliquote per provincia è 2,28: la più alta è Prato (2,96), poi Firenze (2,62), Siena (2,55), fino alla più bassa, che è Lucca (1,65). Il Caaf ha realizzato uno studio di comparazione Imu-Tasi prendendo come punto di riferimento il caso di un'abitazione principale, categoria A2, rendita 850 euro, per una famiglia con due figli under 26. 

Nella comparazione, a Firenze l'Imu 2012 costava 271 euro, la Tasi 2014 costa 351 euro. Ad Arezzo l'Imu 2012 era di 271 euro, la Tasi 2014 è di 321 euro. 

A Pisa l'Imu era 271 e Tasi 361, a Livorno Imu 499 e Tasi 357.

La base del calcolo Tasi è uguale all'Imu: la rendita rivalutata del 5 per cento moltiplicato per 160. I criteri dell'abbassamento dell'imposta in generale sono la categoria catastale, la rendita catastale, la presenza di figli, la presenza di disabili, Isee o reddito annuo. 

Con l'Imu, spiega Paolo Graziani, presidente del Caaf Cgil Toscana, "erano esenti circa cinque milioni di italiani. La Tasi invece la pagano quasi tutti, anche le categorie più deboli". 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Cronaca

Cronaca