QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 13° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 20 gennaio 2018

Cronaca sabato 13 gennaio 2018 ore 19:20

Roberta Ragusa, un giallo che dura da sei anni

La scomparsa nella notte tra il 12 e il 13 gennaio 2012 poi nel 2016 la condanna a 20 anni del marito Antonio Logli. A marzo il processo d'appello



SAN GIULIANO TERME — Il nuovo atto del mistero che avvolge la scomparsa di Roberta Ragusa si concretizzerà il prossimo 15 marzo, quando davanti al giudice si svolgerà il processo d'appello. Antonio Logli, marito di Roberta Ragusa, ha confermato che sarà presente in aula e si è detto certo di essere assolto. 

Ragusa scomparve nel nulla la notte tra il 12 e il 13 gennaio 2012, dopo un litigio con Logli. Aveva appena avuto conferma  del tradimento del marito con l'ex baby sitter dei loro figli. Logli fu subito accusato di omicidio volontario e distruzione del cadavere. Poi, il 21 dicembre del 2016, è stato condannato a 20 anni di reclusione con rito abbreviato. 

Pochi giorni fa Logli è tornato al lavoro come impiegato della polizia locale dopo aver vinto il contenzioso con il Comune di San Giuliano Terme. Dopo i primi sospetti di allontanamento volontario di Roberta Ragusa, gli inquirenti hanno cominciato a sospettare di lui. Logli infatti ha tenuto nascostala relazione extraconiugale e il litigio con la moglie e  anche di avere ordinato all'amante di gettare inun cassonetto i telefonini coi quali si sentivano quotidianamente. Agli investigatori, poi il testimone Loris Gozi ha detto agli investigatori diavere visto Logli in auto la notte prima,in un orario incui lui invece aveva dichiarato di essere andato a dormire.

Dal giorno della scomparsa, sei anni fa, il corpo di Roberta Ragusa non è mai più stato trovato.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Cronaca

Cultura