QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 16°19° 
Domani 16°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 16 luglio 2019

Cronaca venerdì 20 giugno 2014 ore 12:26

Truffa alla Regione con i risarcimenti dell'alluvione

Arrestate tre persone residenti in provincia di Pisa, accusate di truffa ai danni dell'ente, bancarotta fraudolenta e documentale



PISA — Hanno chiesto alla Regione i risarcimenti per i danni subiti dalla loro aziendalegata al settore della nautica, dopo l’esondazione del Serchio nel Natale 2009, ma si trattava didanneggiamenti inventati o comunque molto amplificati. I “furbetti”, padre, figlio e una terza persona, tutti residenti in provincia di Pisa, dovranno quindi rispondere del reato di truffa aggravata ai danni di un ente pubblico per aver presentato alla Regione Toscana una domanda di ammissione all'agevolazione per le imprese danneggiate dallo straripamento del Serchio ricorrendo a numerosi artifici e raggiri.

Nei confronti dei primi due è arrivata un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, mentre il terzo uomo è finito agli arresti domiciliari.

Secondo le indagini condotte dalla Guardia di Finanza di Lucca, presentando domanda all’ente, i tre avrebbero dichiarato falsamente di destinare le somme ottenute al ripristino e alla ricostruzione dei beni danneggiati o distrutti dall'alluvione. Successivamente poi, nel consuntivo richiesto dalla Regione, avrebbero mentito anche sul fatto di aver effettivamente sostenuto le spese di riparazione.

Oltreché del reato di truffa, gli arrestati dovranno rispondere anche di bancarotta fraudolenta e documentale. Completano il quadro accusatorio, l'emissione di fatture per operazioni inesistenti, la mancata tenuta della contabilità obbligatoria e l'omessa presentazione delle dichiarazioni dei redditi, nonché l'utilizzo di crediti di imposta inesistenti.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cronaca

Lavoro

Attualità