QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 21°26° 
Domani 22°33° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 23 luglio 2019

Cultura domenica 13 aprile 2014 ore 16:35

Uno lo compri, l'altro lo lasci pagato

A Pisa arriva il Libro Sospeso, per chi vuole leggere nonostante la crisi. Solo donne hanno aderito nella prima settimana



PISA — Passare davanti alla libreria senza entrare perché con la crisi anche un libro non tutti se lo possono permettere. 

A Pisa non è più così: lunedì scorso la libreria Fogola ha aderito all’iniziativa Un libro in sospeso che offre la possibilità a chiunque di ricevere in regalo un testo scelto da una persona non conosciuta.
A questo punto la possibilità, non vincolante, di continuare la catena acquistandone uno da lasciare in dono al cliente successivo.
"A meno di una settimana dall'avvio dell'iniziativa - racconta la titolare del negozio Monica - sono già numerosi i lettori pisani o meglio le lettrici pisane, che hanno partecipato".
La specificazione del genere femminile diventa necessaria: nei primi giorni sono state infatti soltanto donne, di età diverse, a sperimentare per prime la nuova tendenza culturale.
Alcune di loro hanno lasciato una dedica all’interno, altre hanno scritto un messaggio su un post-it, altre ancora hanno lasciato l’indirizzo e-mail per poter ricevere eventuali pareri sul volume donato.
Il Libro Sospeso rende così la lettura un momento di condivisione e socializzazione, traducendo le parole di Jorge Luis Borges secondo cui “Il libro non è un ente chiuso alla comunicazione: è una relazione, è un asse di innumerevoli relazioni”.
L’iniziativa, nata a Polla in provincia di Salerno, si sta rapidamente diffondendo in tutta Italia e si ispira allo storico “caffè sospeso” napoletano, ovvero, l’abitudine partenopea di lasciare al bar un caffè pagato per chi arriverà dopo. Alcune affinità si riscontrano anche con il BookCrossing, la tendenza di origini statunitensi, consistente nel lasciare un libro amato su una panchina in modo che altri possano leggerlo.

Viola Luti
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca