QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 15°19° 
Domani 15°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 21 maggio 2019

Attualità giovedì 02 ottobre 2014 ore 17:10

​Differenziata, ecco i comuni più virtuosi

Fra questi anche molti di Valdera, Cuoio e area pisana. A livello regionale la raccolta ha superato il 45 per cento



FIRENZE — Calcinaia, Castelfranco, Fucecchio, Ponsacco, San Giuliano Terme, Santa Croce sull’Arno, Vecchiano e Vicopisano. Questi i comuni di Valdera, Comprensorio del Cuoio e Area pisana che nello scorso anno si sono attestati come i più virtuosi nella raccolta differenziata, superando tutti il 70 per cento.

Secondo i dati regionali, a Calcinaia si sarebbe raggiunta l’80,13 per cento, a Castefranco di Sotto l’82,39, a Fucecchio il 93,32, a Ponsacco l’80,93, a San Giuliano Terme l’83,26, Santa Croce sull’Arno il 79,81, a Vecchiano il 71,37 e a Vicopisano il 76,72 per cento.

Sulla stessa tendenza positiva, tutta la Toscana nel complesso che nel 2013 ha visto salire la raccolta differenziata a quota 45,53 per cento, con un incremento di due punti rispetto all’anno precedente.

Sono infatti ben 46 i comuni toscani virtuosi che hanno superato il 65 per cento e 14 quelli che sono arrivati oltre al 90 per cento, sopra a tutti quello di Capraia e Limite che ha superato addirittura il 94,6.

Altri numeri regionali attestano che la produzione di rifiuti urbani nel 2013 si conferma in significativa diminuzione, col dato pro capite che è passato da 616 a 598 chili per abitante, quindi una diminuzione di 18 chilogrammi rispetto al 2012.

Lo scorso anno in Toscana si sono raccolte in forma differenziata e avviate a riciclo 274mila tonnellate di carta e cartone, 266mila di rifiuti organici, 105mila di sfalci e potature, 66mila di legno, 100mila di vetro, 23mila di metallo, 60mila di plastica, 19mila di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, circa 8mila di altri rifiuti ingombranti, 7mila di stracci e circa duemila di rifiuti urbani pericolosi come le pile esaurite.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità