comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 18°29° 
Domani 18°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 13 luglio 2020
corriere tv
Migranti, il soccorritore salva contemporaneamente due ragazzi in mare al largo di Lampedusa

Attualità mercoledì 29 aprile 2020 ore 08:00

Il viale di Vicopisano perde altri 7 tigli

Considerati a rischio cedimento, saranno abbattuti dalla Provincia nei primi giorni di maggio, assieme ad altri tre tigli della passeggiata Millu



VICOPISANO — Con "dolore e rammarico" l'assessora all'ambiente Fabiola Franchi ha comunicato che la Provincia, dal 4 al 6 maggio, procederà con l'abbattimento di 7 tigli lungo viale Diaz e di altri 3 della passeggiata di viale Vittorio Veneto, recentemente intitolata a Liana Millu.

Non è la prima volta che vengono rimossi degli alberi da viale Diaz, scenografica porta d'accesso al borgo di Vicopisano, perché considerati malati o a rischio cedimento. I primi abbattimenti avvennero nel 2001, non senza polemiche, e da allora queste piante sono costantemente monitorate e, quando necessario, rimosse.

L'assessora Franchi ha chiesto a Treelab, la società che svolge oggi questi monitoraggi, di elaborare un piano di ripiantumazione per viale Diaz, piano che però non potrà prevedere lo stesso numero di alberi che contava originariamente la strada. Questo perché, ha spiegato l'assessora, i tigli si presentano oggi deboli proprio per la stretta vicinanza l'uno con l'altro, nonché per la forte antropizzazione della zona, che ha visto negli anni la realizzazione di abitazioni e sottoservizi, con inevitabili danni anche agli apparati radicali.

Franchi, infine, ha assicurato che durante gli imminenti abbattimenti saranno presenti operatori del Cruma di Livorno, con cui è stata stipulata una convenzione, i quali potranno mettere in salvo le nidificazioni che venissero rinvenute.




Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità