QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 18°19° 
Domani 22°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 20 agosto 2018

Politica mercoledì 30 aprile 2014 ore 20:25

Verde, lavoro, edilizia: le idee del Pd per San Giuliano

Il 6 maggio, da una frazione, prende il via la campagna elettorale. Ci sarà anche il governatore della Toscana Rossi



SAN GIULIANO TERME — La campagna elettorale si apre il 6 maggio. Almeno quella del Pd a San Giuliano Terme. E almeno ufficialmente. 
Che sosterrà Sergio Di Maio e che correrà con una lista propria, il Pd lo ha già detto. E anche che questo mandato del presidente uscente del consiglio comunale vuole essere di discontinuità. 
Quello che il Pd di San Giuliano, invece, non vuole dire è da dove partirà questo cambiamento, il 6 maggio alle 11. "Un luogo non canonico - spiegano il segretario Pd di San Giuliano Daniela Andreotti e Piero Salvadori -, che da solo basta a far capire quale direzione vogliamo dare al nostro impegno per San Giuliano". Di Maio avrà alle spalle un edificio fatiscente in una delle 22 frazioni di San Giuliano, ma di più non si può sapere. Ad aprire la campagna elettorale arriverà anche il governatore della Toscana Enrico Rossi, lo stesso giorno, alle 18, in piazza Italia. 
"Poi una serie di appuntamenti in maniera capillare su tutto il territorio. Con assemblee, banchetti e personaggi importanti a darci il loro sostegno. Vogliamo uscire dai circoli e incontrare chi vorrebbe conoscerci, è curioso del nostro programma, ma ci aspetta fuori". 
Ai sangiulianesi il Pd vuole proporre "Una San Giuliano diversa. Con un'efficienza diversa che significa cambiare passo, riorganizzare gli uffici, garantire a chi investe il massimo delle agevolazioni. 
Una San Giuliano che rispetta l'ambiente, interviene sugli immobili esistenti, pensa a edilizia mirata che faccia anche ripartire le Costruzioni". Poi ci sono trasporti pubblici che facilitino gli spostamenti tra frazioni e capoluogo e attenzione all'agricoltura, senza dimenticare i servizi. 
"Una scuola diversa per noi significa equità nelle tariffe e servizi garantiti, dal trasporto alla mensa", senza trascurare la tecnologia e l'accesso ai nuovi strumenti, volano di crescita e da rendere accessibili a tutti.
Con un'attenzione particolare al lavoro: "Un lavoro diverso per un avvenire diverso. Che parta da ciò che abbiamo: mare, fiume, verde, monte, terme, spazi per sport e tempo libero devono essere messi a sistema e diventare centro di nuove professioni". 
Per fare tutto questo, il Pd ha messo insieme una lista di uomini e donne, con esperienza in consiglio e "della società civile". "Sono orgogliosa di questa lista - spiega il segretario - perché rappresenta tutte le sensibilità del nostro Partito". 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca