QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 21°34° 
Domani 22°33° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 22 luglio 2019

Attualità sabato 09 maggio 2015 ore 14:27

Geotermia e birra al vapore alla Normale

Alla manifestazione Panorama d’Italia: tra numerosi e autorevoli interventi di eccellenze che dall’Italia sono diventate un modello a livello internazionale



PISA — La geotermia è stata protagonista al convegno “Un incontro di eccellenze”, alla Scuola Normale Superiore di Pisa presso il Palazzo della Carovana, nell’ambito della manifestazione Panorama d’Italia: tra numerosi e autorevoli interventi di eccellenze che dall’Italia sono diventate un modello a livello internzionale. 
Massimo Montemaggi, Responsabile Geotermia Enel Green Power, ha raccontato la storia della geotermia e di Larderello, capitale mondiale di questa preziosa risorsa, sottolineando che “la geotermia è una sorta di start up con più di 200 anni di età che però si mantiene sempre giovane grazie allo spirito intraprendente, alla passione e alla capacità di innovare continuamente, caratteristiche che vedono la geotermia toscana dare lavoro a 700 occupati diretti e a oltre mille dell’indotto e fare scuola nel mondo, come stiamo facendo in America Latina e negli Stati Uniti". "La Toscana – ha aggiunto Montemaggi – continua a essere culla della geotermia, tutti i processi dalla ricerca alla produzione fino alla manutenzione vengono svolti nella nostra regione dove peraltro a luglio, presso la centrale geotermica già esistente Cornia 2 Castelnuovo Val di Cecina, avvieremo il primo impianto al mondo che integra biomassa e geotermia". "Un’attività - ha concluso l'ingegnere . che si sposa con l’impegno per favorire lo sviluppo del territorio non solo dal punto di vista elettrico, ma anche di utilizzo del calore e di valorizzazione turistica, culturale ed enogastronomica della filiera geotermica”.

Di questo ultimo aspetto ha parlato Edo Volpi, fondatore di Vapori di Birra, il primo birrificio geotermico al mondo che ha sede a Sasso Pisano: "grazie al vapore produciamo una birra fatta con la geotermia, la utilizziamo per l'acqua e per bollire la bevanda e abbiamo inoltre introdotto delle bottiglie con vetro riciclabile". "Gyser, Sulfurea, Magma sono alcuni dei nomi della nostra birra in onore della geotermia - ha illustrato Volpi - la Comunità del Cibo a Energie Rinnovabili, che è anche tra le dieci buone pratiche selezionate dalla Regione Toscana per Expo, conta anche caseifici, serre, salumifici, panifici e altre attività che grazie al calore geotermico producono eccellenze da mettere sulle tavole". "Un incontro appunto tra eccellenze - ha concluso - come energia, agricoltura e cucina toscana, che risulta vincente”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità