QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 17° 
Domani 17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 21 marzo 2019

Attualità mercoledì 15 aprile 2015 ore 07:00

Gli artigiani ricordano l'amico scomparso

Visita di Farnesi durante la lavorazione della Torre

Cordoglio dell'associazione Arteinbottega per la morte di Flaminio Farnesi noto imprenditore pisano che ha creduto nell'opera della Torre in albastro



VOLTERRA — "Scompare un amico di Volterra"- Così gli Artigiani dell'associazione Arteinbottega di Volterra commentano l'improvvisa scomparsa di Flaminio Farnesi. L'imprenditore, che aveva 75 anni, ha avuto un fatale malore improvviso il 13 aprile ed i funerali si celebreranno oggi.
Il ricordo degli artigiani volterrani si unisce a quello di molti esponenti del mondo pisano dove l'imprenditore, nominato Cavaliere del Lavoro, aveva fondato a 27 anni la Grafica Zannini, diventata poi azienda leader in Europa nel settore della cartotecnica.
Ma Farnesi era anche un uomo di cultura, grande amante della città di Pisa e a 16 anni aveva iniziato a lavorare all'Opera del Duomo.
"Abbiamo conosciuto il Farnesi - scrivono da Arteinbottega - in occasione della visita della Deputazione dell'Opera Primaziale Pisana durante la lavorazione della Torre Pendente in Alabastro, nel 2010; è stato uno dei primi a credere nel progetto della Torre ed è stato il promotore, con l'Opera Primaziale Pisana, per portare la Torre a Mosca, coinvolgendo l'Ambasciata italiana".
"Ha sostenuto in varie occasioni il lavoro dei nostri Artigiani - spiega il presidente Renato Casini - più volte è venuto in visita a Volterra per conoscere meglio i nostri Artigiani e la lavorazione dell'Alabastro, sempre attento e affascinato dalla lavorazione di questa pietra e dalla creatività dei nostri Artigiani: non ha mai nascosto le proprie emozioni davanti alle loro opere". "La sua immensa curiosità -aggiunge - lo portava sempre a porre domande per avere risposte che lo gratificavano per aggiungere qualcosa in più alla sua già affermata conoscenza".
"Instancabile promotore di idee da sempre, anche per Volterra - scrivono dall'associazione - Farnesi ha fatto cose importanti, non solo per l'alabastro: era affascinato dalla Civiltà Etrusca, dalle mura di questa città, dalla gente che ci abita e più volte ha telefonato per avere notizie sul tragico crollo delle mura medievali".
E aveva in programma una visita a breve nella città etrusca: "qualche mese fa ha chiamato per dire che presto sarebbe venuto a fare un'altra visita a Volterra, alla 'sua Volterra', come a lui piaceva dire".
"Sicuramente gli Artigiani di Arteinbottega si ricorderanno sempre di un grande amico - conclude il presidente Casini - Grazie dottor Farnesi".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca